Dieta detox in ufficio: col caldo piatti sani e leggeri anche al lavoro

Chi lavora in ufficio si trova spesso a sostenere ritmi veloci e ha appena il tempo di concedersi una pausa all’ora di pranzo. Se a ciò aggiungiamo che molte persone non riescono a tornare a casa ma devono pranzare in ufficio, possiamo comprendere quanto possa essere difficile mantenere un’alimentazione sana ed equilibrata durante il lavoro, con l’arrivo della bella stagione è consigliato pranzo detox. A suggerire una ricetta per ogni giorno della settimana è la nutrizionista Elisa Escorihuela, docente dell’Università di Alicante che ha stilato un vero e proprio decalogo alimentare per affrontare all’insegna del benessere i pasti al lavoro fuori casa.

Innanzitutto occorre cercare di non saltare i pasti, scegliere l’acqua al posto di bevande zuccherate, optare sempre per la frutta come dessert, contenere il consumo di sale, utilizzare metodi di cottura sani privilegiando piastra, vapore, forno, wok e cartoccio. E ancora evitare di ricorrere ai distributori automatici per la propria pausa pranzo, contenere il consumo dei caffè giornalieri, svolgere un’attività fisica regolare, godersi il momento del pranzo, non mangiare davanti al computer e pianificare il menu settimanale.

Basta un pizzico di programmazione, infatti, per preparare le ricette consigliate dalla nutrizionista, facili e gustose. Partendo dal lunedì la docente consiglia insalata di grano, spinaci, formaggio, mela, noci, olio extravergine d’oliva, sale, pepe e prezzemolo. Martedì Poke di salmone, avocado, ravanelli, cipolla e mela. Mercoledì, insalata di cavolo rosso, mais, mela, pollo e uovo sodo. Giovedì è la volta di lenticchie stufate, mentre venerdì si chiude con il falso cuscus di cavolfiore con mela e alici.

E nei fine settimana? Per colazione è ideale bere un bel bicchiere di acqua, consumare un frutto e 20 g di cereali in 100 g di yogurt magro. Lo spuntino può prevedere una spremuta di pompelmo, agrume purificante e dall’alto contenuto di vitamina C, mentre a pranzo si può mangiare un etto di prosciutto con fagiolini lessati e dell’insalata, oppure un petto di pollo accompagnato da insalata di pomodori e basilico, oppure fiocchi di latte o formaggio magro e verdure cotte o crude.

La sera, la cena può contemplare 100 g di pesce ai ferri, una piccola patata lessata, finocchi in insalata e una mela, oppure tonno al naturale e insalata di sedano, abbinati a un piccolo panino. In alternativa, è possibile preferire un minestrone con legumi e riso e un frutto, oppure una frittata di pomodoro, accompagnata da verdure di stagione e anche in questo caso da un frutto finale.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie