Dieta limone e pompelmo: perdere 3 kg in una settimana

42

La dieta del limone e pompelmo aiuta a depurare l’organismo dalle tossine e ad aumentare le naturali difese immunitarie. Gli agrumi rappresentano un tipo di frutta particolarmente ambito da chi intende recuperare la linea e dimagrire qualche chilo disinfettando al tempo stesso il proprio corpo per riattivarne tutte le funzioni al massimo della forma. La dieta degli agrumi, consente di perdere anche 3 kg in una settimana e che, soprattutto, fornisce al nostro organismo tanta vitamina C.

Questa particolare dieta si basa su un largo consumo di agrumi, arance, limoni, mandarini, mandaranci, insomma, tutti gli agrumi che si riesce a reperire. L’apporto calorico di questa dieta deve essere di circa 1200-1300 calorie giornaliere e bisogna cercare di non sforare, perché in questo caso i risultati non saranno quelli sperati e fallire un obiettivo significa, al 90%, abbandonare la battaglia.

Tra i benefici di questa dieta, oltre ovviamente alla perdita di peso, che non è poco, anche una purificazione generale dell’organismo che riuscirà ad espellere le tossine in eccesso e a combattere i radicali liberi. Infatti poiché questa dieta è ricca di vitamina C e di sostanze antiossidanti, si potrà efficacemente contrastare l’azione di invecchiamento delle cellule. Quindi non solo pancia piatta, ma ne guadagneranno anche pelle e organi.

Come inserire gli agrumi nel proprio regime alimentare. Per poter sfruttare al meglio le qualità degli agrumi bisognerebbe consumare una spremuta di limone, arancia e pompelmo ogni mattina e concludere il pranzo con una spremuta di solo pompelmo che favorisce la digestione, aiuta a prevenire la stipsi ed eventuali fermentazioni nello stomaco abbassando l’indice glicemico dei cibi assunti. Invece non bisognerebbe consumare agrumi a cena perché la sera, come altri tipi di frutta, sono più difficili da digerire.

Le arance invece aiutano ad appiattire la pancia e a controllare il senso di sazietà oltre a svolgere una funzione drenante, antinfiammatoria e depurativa dell’organismo: la spremuta che è possibile ottenere da un’arancia è un vero e proprio elisir di benessere che riesce a svolgere la sua azione depurativa su reni, fegato, intestino e pelle. Anche per questo le arance si abbinano bene a carciofo, finocchio e insalata per ottenere un mix irresistibile contro la fame e la ritenzione idrica, avendo cura di non buttare del tutto lo strato bianco che si trova sotto la buccia perché ricco di quelle fibre utili a favorire il transito intestinale.

Cosa mangiare. La colazione può comprendere uno yogurt magro e due fette biscottate o due biscottini integrali, una spremuta d’arancia oppure di limone, un caffè o un tè senza zucchero. A metà mattinata si deve fare uno spuntino, un succo di pompelmo da alternare con quello di altri agrumi, o circa 100 gr di frutto a scelta tra arance, mandarini, mandaranci, pompelmo, insomma quello che si trova a seconda della stagione.

A pranzo non si devono consumare più di 60 gr di pasta da condire in differenti modi, limone e prezzemolo, oppure con radicchio, zucchine, insomma, condimenti semplici e leggeri, da alternare con dell’insalata di finocchio e limone o finocchio e pompelmo. A cena un petto di pollo al limone, o un uovo sodo con verdure al vapore, oppure spada con semi di melagrana. Insomma, le variabili sono diverse, l’importante è consumare un buon quantitativo di agrumi, o con frutti interi o sotto forma di succhi per dimagrire velocemente ma senza creare danni all’organismo. Questa dieta, infatti, va praticata per non oltre una settimana.