La formica kamikaze si fa scoppiare per uccidere il nemico

Si fa esplodere come un vero kamikaze, rilasciando materiale organico urticante e colloso. Sembra uscita da un film la formica esplosiva scoperta nel Borneo, da un team di ricercatori, una zona, questa, ricca dio biodiversità. La specie, chiamata Colobopsis explodens è stata descritta e catalogata in un nuovo studio pubblicato sul sito di zoologia Zookeys.

Il suo sacrificio è semplice. La formica si contrae su se stessa con molta forza aumentando la pressione dell’addome. L’addome si squarcia, lacerando i tessuti e liberando all’improvviso micidiali secrezioni tossiche.Perché lo fa? in questo modo, la formica-kamikaze muore, ma tiene anche a distanza o uccide il nemico, secondo l’articolo pubblicato sulla rivista di zoologia ZooKeys.

Le formiche kamikaze, che popolano le foreste pluviali del sud-est asiatico, sono note agli scienziati già dal 1916. Tuttavia, dalla metà degli anni Trenta del secolo scorso non sono state fatte nuove scoperte sull’argomento, situazione che ha spinto i ricercatori del Natural History Museum di Vienna a mettersi sulle tracce di nuove specie di questo tipo.

Per quanto possa sembrare inconcepibile ai nostri occhi, il sacrificio di uno o più esemplari è sensato nell’ottica della formica, la cui preoccupazione è la salvaguardia dell’intera colonia. Non a caso, modi di agire simili (sebbene non così scioccanti come può apparire un’esplosione) sono comuni a diversi insetti sociali, che vengono educati fin dalla nascita ad anteporre il bene della specie a quello del singolo insetto.

Questo fenomeno è molto raro in natura e solo pochissimi insetti che vivono in colonie come per esempio le formiche o le api possono sacrificarsi in questa maniera. Non si tratta infatti della prima formica esplosiva scoperta, ma la nuova specie è considerata molto interessante dai ricercatori perché riesce a farsi esplodere velocemente e con molta facilità. La formiche infatti vivono in colonie. Sono come un super organismo, i cui componenti hanno tutti un ruolo ben preciso da svolgere: Insomma un esercito ben organizzato e terribilmente letale.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie