Le foglie di tè ‘uccidono’ il cancro ai polmoni

Foglie di tè contro il tumore al polmone, da un estratto delle foglie di tè si possono ottenere minuscole nanoparticelle in grado di uccidere le cellule di questo tipo di tumore. La scoperta a cui un team di ricerca composto da studiosi dell’Università di Swansee (Gran Bretagna), del KS Rangasamy College of Technology e dell’Università Bharathiar (India) è arrivato sostanzialmente per caso.

I ricercatori, coordinati dal professor Sudhagar Pitchaimuthu non pensavano a una cura contro il tumore ai polmoni. In realtà stavano cercando un metodo per produrre dei cosiddetti punti quantici o punti quantistici, delle nanoparticelle – normalmente prodotte chimicamente – che hanno uno spessore inferiore ai 10 nanometri, cioè migliaia di volte più piccole dello spessore di un capello umano.

I punti quantici sono estremamente utili, perchè sono utilizzati negli impianti fotovoltaici avanzati, nei televisori di ultima generazione e in ambito medico fungono da ‘colorante’ per mettere in evidenza i tumori in virtù della fluorescenza.

“Il prossimo passo è quello di aumentare le nostre operazioni, si spera con l’aiuto di altri collaboratori”, ha aggiunto il dott. Pitchaimuthu. “Vogliamo studiare il ruolo dell’estratto di foglie di tè nell’imaging delle cellule tumorali e l’interfaccia tra i punti quantici e la cellula cancerosa; e vorremmo creare una fabbrica di punti quantici che ci consenta di esplorare in modo più completo i modi in cui possono essere utilizzati”.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie