Abbronzatura perfetta: ecco semplici trucchi da seguire

Con l’arrivo dell’estate aumenta la voglia di stare al sole e all’aria aperta. Ciò è del tutto normale: il sole è una fonte naturale di energia e vita, oltre che di luce e calore. Per questo motivo esso è sempre stato oggetto di venerazione, dalle culture antiche fino ai giorni nostri. Inoltre il sole svolge un’azione benefica sul corpo e sul cervello dell’uomo. Abbronzarsi significa contribuire alla propria salute, se l’esposizione al sole avviene con buon senso e seguendo alcune semplici regole.

Le regole per conseguire un’abbronzatura perfetta

Sii graduale: ecco la regola più importante da seguire per ottenere un’abbronzatura bella ed uniforme. Le sedute di tintarella “selvaggia” non solo sono pericolose per la salute, ma non servono ad abbronzarsi realmente. Otterrai solo di scottarti. Una volta andata via la bruciatura, ti ritroverai con delle “stupende chiazze” rossastre sulla cute ancora pallida! Abbronzati pian piano, regolando il ritmo in base al tuo fototipo: se sei chiarissima (fototipo 0 o 1) potrai esporti solo 5 minuti il primo giorno, aumentando molto gradualmente nei giorni successivi. Se sei più scura (dal fototipo 3 in su) puoi esporti anche un quarto d’ora sin dal primo giorno. L’esposizione graduale offre due importanti vantaggi: ti permette di raggiungere un’abbronzatura uniforme e duratura e scongiura rischiose scottature.

Proteggiti sempre: va di pari passo con la regola numero 1. Oltre all’esposizione graduale, dovrai sempre applicare una protezione solare (possibilmente naturale e biologica), in base al tuo fototipo. Se sei molto chiara, ti consiglio i filtri “misti”, ovvero solari con un mix di filtri chimici (fotostabili) e fisici, che ti garantiscono un’altissima protezione (spf 50+) oltre che un miglior risultato estetico. Se sei più scura, puoi optare, invece, per una protezione media, (spf 15-20) da diminuire ulteriormente man mano che ti abbronzi.

Oltre ai solari (da riapplicare dopo aver fatto il bagno e se sudi molto), usa sempre occhiali da sole con lenti scure e, se puoi, un cappello a falde larghe (preferibilmente di colore bianco). Se la tua pelle è molto chiara e delicata e predisposta ai capillari, ti consiglio di tenere il viso sempre al riparo dal sole (sotto l’ombrellone) e di svestirti con gradualità, non esponendoti interamente sin dal primo giorno, per dare alla pelle il tempo di abituarsi al sole. Ricorda che dovrai sempre usare la protezione solare, per tutto il periodo in cui ti esponi al sole! Man mano che ti abbronzi, usa un fattore di protezione più basso, ma non esporti mai senza filtro.

Bagnati spesso: una regola spesso sottovalutata da chi vuole raggiungere un’abbronzatura perfetta ed intensa, è quella di fare spesso il bagno. Bagnarsi spesso ha molteplici vantaggi: nell’acqua il riflesso solare è più intenso, quindi ti abbronzi di più e più velocemente; la pelle bagnata, esposta al sole, si abbronza più rapidamente; l’acqua mantiene la pelle fresca, al sicuro da pericolosi surriscaldamenti; l’acqua del mare è un toccasana per il corpo (tonifica, disinfetta, disintossica, remineralizza la pelle ed aiuta a combattere la cellulite) e per la mente (regala calma, elimina i pensieri negativi, dona pace interiore grazie al contatto diretto con un elemento naturale). Tenere sempre le gambe bagnate, inoltre, particolarmente consigliato a chi soffre di insufficienza venosa.

Usa prodotti abbronzanti: se sei una fan della tintarella (oppure hai semplicemente pochi giorni a disposizione per esporti) puoi optare per un acceleratore/ attivatore dell’abbronzatura. Ne esistono di diversi tipi, sia in forma di integratore che di crema o lozione da spalmare.
Questo genere di prodotti, di solito, non ha protezione solare, quindi accertati di essere sempre e comunque protetta.

Usa prodotti specifici dopo-sole: questa è una regola opzionale, ma molte persone ritengono che ci sia differenza tra utilizzare, ad esempio, una lozione specifica dopo-sole piuttosto che una normale crema idratante. Si tratta di prodotti formulati specificamente per lenire la pelle dopo lo stress da esposizione (Puoi acquistarlo⇒ qui), oppure per “fissare” l’abbronzatura ed esaltarne la bellezza (Puoi acquistarlo⇒ qui).
Per mantenere più a lungo l’abbronzatura, esegui un leggero scrub una volta ogni 10 giorni. Non manderà via la tintarella ma la renderà, invece, più luminosa ed uniforme. Ricorda di idratarti sempre dopo l’esposizione con prodotti di qualità, per far sì che l’abbronzatura duri a lungo.

Mangia alimenti antiossidanti: se prima dell’esposizione al sole è consigliato privilegiare i cibi ricchi di vitamina A e betacarotene, durante l’esposizione è particolarmente importante, invece, dare spazio ad alimenti ricchi di antiossidanti, vitamina C ed E che aiutano a combattere i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento precoce e di numerose malattie (non solo della pelle). Via libera, quindi, a pomodori, carote, verdure a foglia verde, spinaci, peperoni, fragole, frutti di bosco, mirtilli e tè verde ricchi di bioflavonoidi.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie