Dieta del pomodoro: ecco come perdere peso senza troppi sacrifici

Dimagrire in salute e con gusto, ecco la dieta del pomodoro: grazie alle proprietà benefiche ed alle poche calorie del pomodoro, è possibile perdere peso senza troppi sacrifici. Scopriamo i vantaggi della dieta del pomodoro. Il pomodoro è un ortaggio gustoso con molte proprietà benefiche per la salute del nostro organismo.

Ricercatissima e sempre più in voga è la dieta del pomodoro: se non la conosci ancora, scoprila leggendo questa breve guida. Il pomodoro è un ortaggio che si fa apprezzare, dal punto di vista nutrizionale, in quanto conta appena 19 Kcal ogni 100 grammi di prodotto edibile.

E’ ricchissimo di sali minerali come calcio, magnesio, zinco, fosforo, potassio, rame, fluoro e di vitamine. Nel pomodoro si apprezza una grande quantità di vitamine E, A, C, B1, B2, B3, B5, K e J che aiutano a preservare l’epidermide, a proteggere l’organismo dalla comparsa di cellule tumorali, a ridurre il colesterolo nel sangue e a migliorare le difese del sistema immunitario.

La presenza nel pomodoro dell’antiossidante licopene, che conferisce il caratteristico colore rosso all’ortaggio, consente, a chi lo consuma giornalmente, di rallentare l’invecchiamento cellulare. Da qui, si comprende perché sia così prezioso ed importante seguire una dieta a base di pomodoro; ecco un piano dietetico a base di pomodoro molto interessante, assolutamente da seguireseguire, alternando le varie ricette proposte per le colazioni, i pranzi e le cene, utilizzando N. 3 cucchiai da tavola di olio extravergine di oliva al giorno. Potete seguire questo regime alimentare per circa 20 giorni:

Colazione: gallette e/o pane azzimo con pezzettoni di pomodoro con succo di frutta o thè; succo di pomodoro con biscotti e/o fette biscottate integrali. Spuntino/merenda: succo di pomodoro. Pranzo: uova con pomodoro fresco; insalata con pomodori e tonno; pesce spada con pomodorini e insalata; petto di pollo con salsa di pomodoro; spezzatino di tacchino con pomodorini, zucchine e carote; nasello con patate e pomodoro; muffin con pomodori; pomodori ripieni di riso; omelette con prosciutto cotto, provola e pomodori; tonno con pomodori e mozzarella; caprese; pizza al pomodoro con basilico (1 volta la settimana).

Cena: pasta al pomodoro fresco con basilico; riso al pomodoro; farro con pomodori e feta; piadina con pomodorini, radicchio e ricotta; insalata di pasta in fantasia; riso freddo con pomodori; minestrone con pomodori; toast vegani; hamburger vegani, involtini con pomodorini e stracchino; zuppa di frutti di mare (1 volta la settimana). I pomodori non sono solo un semplice alimento da gustare in pietanze calde o nelle insalate ma costituiscono anche un aiuto concreto per la tutela della propria salute.

Controindicazioni. Seppur in grado di espletare meritevoli proprietà benefiche, il pomodoro è conosciuto anche per i suoi difetti. Come sopraccennato, il frutto rosso è controindicato a chi soffre di acidità di stomaco, ma non è tutto: il pomodoro è ricco di istamina, una bomba biologica a tutti gli effetti, in grado di scatenare reazioni allergiche, talvolta anche gravi. A questo proposito, molte persone sensibili lamentano dermatiti semplicemente dopo aver curato e tagliato i pomodori, oppure dopo averli mangiati anche in piccole quantità.
La lectina del pomodoro può interagire con la mucosa gestro-intestinale e scatenare infiammazione, alterazione del sistema immunitario, malassorbimento dei nutrienti.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie