Eritema solare: come prevenirlo rimedi per curarlo

25

L’eritema solare – spesso identificato comunemente come una scottatura solare – è un fenomeno infiammatorio legato all’eccessiva esposizione al sole, che può presentarsi sia nei bambini che negli adulti.  Soprattutto se si possiede una pelle sensibile, è importante comprendere quali sono le cause dell’eritema solare, in modo da agire con un’adeguata prevenzione, e conoscere i rimedi cui ricorrere nel caso si presentasse.

Le scottature solari più gravi, che danno origine ad eritema, sono causate da un’eccessiva e prolungata esposizione ai raggi ultravioletti in mancanza di un’adeguata protezione sulla pelle. Altri fattori che incidono sulla comparsa di eritemi più o meno rilevanti sono:

Il fototipo di pelle. Una cute chiara, infatti, contiene meno quantità di melanina, la sostanza prodotta naturalmente dal nostro corpo per assorbire i raggi UV e non farli penetrare in profondità nella pelle

In caso di comparsa di eritema solare, la pelle dell’area esposta ai raggi ultravioletti si presenta infiammata, arrossata, calda, secca e pruriginosa. Spesso compaiono anche piccole papule e vescicole superficiali che, se strofinate e rotte, possono causare infezioni.

Se la zona del corpo esposta al sole è molto estesa, l’eritema può essere accompagnato anche da febbre, mal di testa e un diffuso senso di malessere, effetti legati alla cosiddetta insolazione. Solitamente i sintomi dell’eritema solare compaiono entro poche ore dall’esposizione al sole e raggiungono l’apice entro le 24 ore successive.

Un’esposizione eccessiva ai dannosi raggi UV può provocare le scottature e gli eritemi solari.

Eritema solare: prevenzione dell’infiammazione

Per non incorrere nella comparsa di un eritema solare è consigliabile agire con un’adeguata prevenzione, che può essere effettuata in diversi modi:

  • Indossando indumenti freschi che coprono la pelle e la proteggono dall’esposizione diretta ai raggi solari
  • Utilizzando creme solari con un fattore protettivo alto o comunque adatto al proprio fototipo
  • Evitando di esporsi al sole nelle ore più calde, ossia tra le 11.00 e le 16.00, quando la concentrazione di raggi ultravioletti è più alta. Questa indicazione è particolarmente importante per i bambini piccoli, che hanno una pelle più sensibile
  • Abituando la pelle al sole in modo graduale: meglio iniziare con periodi di esposizione brevi che diventeranno progressivamente più lunghi
  • Adottando in anticipo un’alimentazione ricca di sostanze che preparano la cute: betacarotene, vitamina A, vitamina E, Vitamina C e antiossidanti. Questi principi si trovano in diversi tipi di frutta e verdura, ma in alternativa si possono assumere sotto forma di integratori

Rimedi per curarlo

Solitamente l’eritema solare guarisce da solo entro tre o quattro giorni, ma può impiegare più tempo se il danno è particolarmente grave e si incorre quindi in una vera e propria ustione di primo grado.

Ci sono comunque alcuni rimedi naturali e farmacologici che aiutano a dare sollievo alla pelle e a facilitarne la guarigione.

1. Eritema solare: rimedi naturali. Di seguito un elenco di alcuni rimedi per lenire l’eritema in casa.

  • Bere molta acqua: contribuisce a reidratare la pelle dall’interno e a reintegrare i liquidi persi con la sudorazione
  • Impacchi freddi: mettere del ghiaccio in un panno in tessuto naturale e appoggiare il tutto sulla zona irritata. Si potrà godere di un po’ di sollievo dal bruciore
  • Immersione in acqua fresca: interrompe il senso di calore e il prurito
  • Impacchi calmanti o creme idratanti con sostanze naturali dalle proprietà antinfiammatorie come l’aloe vera, l’amido e la camomilla

2. Eritema solare: cura con rimedi farmacologici. Nel caso della comparsa di bolle e vescicole, suggeriamo di rivolgersi al proprio medico di base o a un dermatologo, che consiglierà il trattamento più adeguato. Generalmente si interviene con:

  • Una crema per eritema solare specifica
  • Farmaci anti infiammatori non steroidei (FANS)
  • Creme antibiotiche: prevengono lo svilupparsi di infezioni nel caso siano presenti vescicole
  • Creme e pomate con cortisone: contribuiscono ad alleviare bruciore e prurito