Il bicarbonato di sodio, un alleato contro i disturbi fisici

Il bocarbonato di sodio in passato era presente in tutte le case e veniva considerato indispensabile. E’ terapeutico e utilissimo in molte occasioni, ma spesso se ne fa un uso ridotto rispetto alle sue potenzialità. Le sue applicazioni infatti sono davvero tantissime. Il bicarbonato di sodio, per la sua capacità di neutralizzare gli acidi, viene spesso somministrato in presenza di bruciori di stomaco, gastriti, ulcere peptiche, ma non solo.

Le principali proprietà di questo prezioso sale appena alcalino:

Antiacido: da moltissimo tempo ormai il bicarbonato di sodio è un classico “rimedio della nonna” utilizzato per dare una mano alla digestione. Tuttavia è sbagliato ingerirlo subito dopo un pasto pesante, in quanto riducendo la quantità nello stomaco di acido cloridrico, con il quale reagisce, invece di favorirla il bicarbonato finisce in realtà per rallentare la digestione. Poiché è però un ottimo antiacido e in quanto tale favorisce il processo digestivo, invece che in acqua (forma gas), scioglietelo in succo di limone o di arancia.

Uso ginecologico: il bicarbonato di sodio è un ottimo disinfettante e fungicida naturale e viene spesso utilizzato per contrastare la Candidosi (dovuta in genere a Candida Albicans), una delle più frequenti infezioni ginecologiche. Il bicarbonato è ottimo anche come coadiuvante, quindi da alternare una volta ogni tanto, dell’igiene intima abituale.

Gengive infiammate: poiché il bicarbonato esplica un’azione decongestionante, strofinato sulle gengive infiammate è un ottimo medicamento. Bene anche usarlo per sciacqui ripetuti dopo averlo sciolto in un po’ di acqua.

Mal di gola: are ripetuti sciacqui con bicarbonato sciolto in acqua. Disinfetta, decongestiona, lenisce.

Herpes: l’herpes tende a recidivare spesso; se applicate un po’ di bicarbonato di sodio mescolato a qualche goccia di limone sulla parte interessata appena avvertite il primo pizzicore, esso durerà molto meno (però brucia!).

Raffreddore e sinusite: se volete decongestionare e liberare le vie nasali provate una soluzione composta da 120 ml di acqua, 1 cucchiaino di sale e 1 di bicarbonato. Instillate più volte al giorno nel naso 2 o 3 gocce del suddetto liquido.

Emorroidi: le emorroidi, si sa, provocano intenso bruciore e fastidio, che può essere lenito con sciacqui a base di acqua e bicarbonato, soprattutto durante la fase acuta.

Cistite: in fase acuta, un cucchiaino raso di bicarbonato in mezzo bicchiere d’acqua 2 o 3 volte al giorno aiuta a riequilibrare l’acidità delle urine, migliorando la situazione e facendo diminuire il dolore.

Funghi delle unghie: l’onicomicosi, ovvero un attacco di funghi alle unghie, si ha spesso ai piedi; il bicarbonato è un antimicotico, pertanto applicatelo come fosse un impacco(mescolato ad acqua) sulla parte da trattare e ripetete l’applicazione finché non noterete un miglioramento della situazione. Il bicarbonato è ottimo anche per l’igiene dei piedi, per pediluvi detergenti e rinfrescanti.

Occhi: se vi capita di ritrovarvi con gli occhi arrossati e irritati a causa del clima o di lunghe ore di lavoro al pc, sciogliete in un bicchiere di acqua tiepida due cucchiaini di bicarbonato e applicate sugli occhi con l’aiuto di dischi di ovatta (quelli che si usano per struccarsi): il sollievo sarà istantaneo.

Gravidanza: un pizzico di bicarbonato durante la gestazione può essere utile a ridurre nausea, acidosi e bruciore di stomaco che colpiscono la maggior parte delle mamme in attesa; inoltre il bicarbonato, ottimo per lavare frutta e verdura, è particolarmente indicato quando si aspetta un bambino per scongiurare il pericolo di toxoplasmosi, una malattia pericolosissima per il feto.

Aiuta il sonno. Un bagno caldo prima di dormire, dopo una giornata pesante, è infatti una soluzione ideale per rilassarsi. Il bicarbonato aggiunto nell’acqua della vasca aiuta a sciogliere stanchezza e stress, predisponendo il corpo a rilassarsi più facilmente.

Come si può notare, l’uso terapeutico del bicarbonato è davvero molteplice, ma esso deve essere sempre prescritto da un medico, lo stesso che poi dovrà seguire l’evoluzione della malattia e constatarne l’efficacia.

L’uso quotidiano ed eccessivo del bicarbonato è assolutamente sconsigliato, poiché può condurre a forte sete, crampi, formazione di gas nello stomaco e persino a vomito, stanchezza, sangue nelle urine, ipertensione, inappetenza ed altri sintomi: se riscontrate uno dei suddetti problemi interrompete immediatamente l’assunzione di bicarbonato e interpellate il medico.

In virtù dei potenziali e numerosi effetti collaterali, l’uso del bicarbonato di sodio dovrebbe incontrare il preventivo consenso medico, in modo particolare in presenza di malattie in atto o terapie farmacologiche concomitanti.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie