Melograno contaminato: donna mangia semi congelati e muore

19

In Australia una donna è morta dopo aver contratto l’epatite A mangiando semi di melograno congelati. La 64enne è deceduta la scorsa settimana nel Sud dell’Australia dopo un lungo periodo di degenza in ospedale.

Le confezioni con semi di melograno surgelati Creative Gourmet erano state richiamate dalla NSW Health dopo aver stabilito che 24 persone che avevano contratto l’infezione di epatite A avevano consumato il frutto relativo ad una partita di melograno surgelato venduta da Coles. La morte della donna, l’unica collegata a questo prodotto richiamato a livello nazionale fino ad oggi, ha spinto le autorità sanitarie australiane a chiedere “a tutti i cittadini di ricontrollare i congelatori e rimuovere i prodotti interessati“.

I sintomi dell’epatite A si manifestano tipicamente dopo alcune settimane dall’infezione, una volta trascorso il periodo di incubazione, durante il quale la patologia è, tuttavia, ugualmente contagiosa. Fra i sintomi più evidenti, vi sono:

– Affaticamento
– Nausea, vomito e perdita di appetito
– Dolori e disagio addominale, specialmente nell’area del fegato.
– Ingiallimento di occhi e pelle (ittero)
– Urine di colore scuro
– Febbre leggera e dolori muscolari

La fase sintomatica dura solitamente 8-10 settimane, sebbene in alcuni casi possa proseguire anche fino a sei mesi. In alcuni soggetti, ed in particolare nei bambini, tuttavia, l’epatite A può anche non determinare sintomi specifici.