Piedi Maleodoranti? ecco come eliminare l’odore nauseabondo

Contro la puzza dei piedi esistono molti accorgimenti e rimedi. Del resto dopo un’intera giornata di lavoro, specie quando si utilizzano scarpe chiuse e poco traspiranti (un esempio sono le scarpe da ginnastica), è normale che arrivati a casa e scalzi i piedi abbiano un cattivo odore.

Il sudore accumulato nei piedi (che ristagna nel calzino), a sua volta, pone le basi per creare un ambiente favorevole alla proliferazione di alcuni batteri che popolano abitualmente la superficie cutanea.

La tipica puzza di piedi (tecnicamente definita bromidrosi plantare) percepita dopo una lunga e stressante giornata di lavoro deriva essenzialmente dall’esalazione di ammine ed acidi grassi a corta catena prodotti dai germi a partire dalla metabolizzazione di cheratina, sudore e lipidi cutanei.

In alcune circostanze, l’odore di piedi diviene più intenso e nauseabondo: in presenza di forte stress, ansia o tensioni, la puzza dei piedi viene alimentata perché si tende a sudare di più. Similmente, anche la somministrazione di alcune specialità farmacologiche (es. penicillina), certe malattie (ipoglicemia, ipertiroidismo) e l’assunzione di alcol e sostanze nervine possono incidere negativamente sull’odore dei piedi.
Quando il sudore ristagna per troppo tempo nel piede (scarsa igiene personale), il puzzo dei piedi può essere affiancato da bruciore, prurito, formazione di piaghe ed arrossamento locale.

Cosa Fare
Avere cura della propria igiene del corpo: lavarsi almeno una volta al giorno è la regola numero uno contro il sudore in generale e la puzza ai piedi in particolare. Se necessario, lavare i piedi più volte al giorno: le persone particolarmente stressate o costrette a lavori pesanti tendono infatti a sudare molto di più (piedi compresi)

Dopo la doccia od il bagno ai piedi, si consiglia di applicare spary o amido ad azione antifungina/antimicotica/disinfettante sui piedi: il rimedio è particolarmente indicato per gli sportivi e per gli individui soggetti al piede d’atleta
Il talco è un rimedio particolarmente utile contro la puzza ai piedi, dato che assorbe efficacemente il sudore in eccesso
Infilare nella calzatura una soletta assorbente (quelle di feltro o alla clorofilla sono particolarmente utili per assorbire gli odori)
Utilizzare calzini di cotone: evitare quelli sintetici o realizzati con materiali scadenti
Preferire scarpe di tela

Dopo l’igiene personale quotidiana, si consiglia di sfregare un pezzo di allume di rocca lungo tutta la pianta del piede: per le sue proprietà deodoranti ed antisettiche, il sale di rocca è un eccellente rimedio naturale contro il sudore

Alcuni testi consigliano di indossare due paia di calzini per volta per prevenire o ridurre la puzza ai piedi: un strato spesso di cotone sembra infatti esercitare un ottimo effetto antitraspirante. Di primo acchito, questo rimedio sembra una contraddizione; in realtà, l’aria che si forma tra i due strati di tessuto aumenta l’effetto rinfrescante

Sì a pediluvi caldi con sale od aceto. I pediluvi con sale (dosi: ½ tazza di sale in un litro d’acqua) o con aceto (½ tazza di aceto in un litro d’acqua) sono particolarmente indicati per le persone che sudano molto

Alternare getti d’acqua fredda e calda sui piedi: riducendo (blandamente) l’afflusso di sangue ai piedi, questo rimedio è indicato per diminuire la traspirazione ai piedi

Un ottimo rimedio per prevenire i cattivi odori è il bicarbonato: strofinando delicatamente gli abiti (calzini, in questo caso) con la polvere di bicarbonato di sodio si viene a creare un ambiente ostile alla proliferazione dei batteri responsabili del cattivo odore. Aggiungere direttamente un pizzico di bicarbonato di sodio nel calzino e all’interno della calzatura previene la puzza ai piedi.

Dopo la pulizia del corpo, tamponare il piede con alcol isopropilico (potente antisettico): questo antico rimedio popolare trova anche oggi un effettivo riscontro per controllare la puzza al piede.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie