Arriva un “Bomba d’aria bollente” sull’Italia

Una massa d’aria cocente sta per espandersi verso l’Italia, attraversando il mar Mediterraneo si attenuerà d’intensità ma nello stesso tempo si caricherà di umidità che impietosa da Giovedì 19 comincerà ad investire buona parte del nostro Paese, creando le condizioni ideali per il ritorno dell’afa su molte città.

Ricordiamo, spiega il meteo.it, che l’afa è di fatto una condizione di “maltempo” che avviene in presenza di temperature elevate, assenza di vento e appunto alti tassi di umidità. Questi tre elementi saranno d’attualità nei prossimi giorni, e almeno fino al weekend. L’incubo afa piomberà soprattutto sulle grandi città e lungo le coste, facendoci sudare anche da fermi nelle ore serali e notturne e al primo mattino, ovvero i momenti della giornata in cui la concentrazione di umidità è maggiore a causa dell’assenza dell’irraggiamento solare che secca l’aria con il calore.

Roma, Firenze, Bologna, Palermo e Bari sono solo alcune città che fronte di temperature superiori ai 35°C avranno tassi di umidità elevate quindi con situazione di afa forte. E’ doveroso ricordare che l’afa può rivelarsi pericolosa per la salute in quanto può causare stati di ipertermia, ovvero colpi di calore, soprattutto nelle persone più deboli, come bambini e anziani.

Domenica rovesci e temporali impegneranno sopratutto il Centro Italia ( specie Umbria, Toscana e Marche) ed il Nord Est; migliora al Nord Ovest. Caldo che si concentra al Sud, ma anche qui primi fenomeni in arrivo notturno. Lunedi le correnti di aria più fresca raggiungeranno il Sud con dei rovesci e temperature in netto calo.

 
Condividi questo articolo: 




Altre Notizie