Cibo salva neuroni, così il nostro cervello non invecchia

Tutte le attività dell’organismo umano sono collegate al cervello: lavorare, studiare, imparare cose nuove, mantenere la concentrazione, essere lucidi e svegli, ricordare cosa si è fatto pochi minuti prima o la trama di un vecchio film. Per avere buone prestazioni intellettive e mentali, dall’apprendimento alla memoria, la prima buona regola è prestare attenzione a cosa mangiamo.

Tutti sappiamo che il cibo è il mezzo con il quale riforniamo il nostro corpo di energia, ma forse è meno noto che uno dei maggiori “consumatori” di questa energia è il nostro cervello. A questo proposito è bene sempre ricordare quali sono gli alimenti che più aiutano il funzionamento del cervello.

Ecco un promemoria dei dieci alimenti al top da avere sempre appeso in cucina e da utilizzare quando possibile.

 – Noci e salmone: forniscono vitamina E e Omega 3 fondamentali per molte molecole che concorrono al potenziamento della memoria. Puoi consumare tre noci ogni giorno e 150g di salmone due volte a settimana.

– Curcuma: è in grado di favorire la rigenerazione dei neuroni e mantiene giovane il cervello. Uno o due cucchiaini al giorno sono la giusta dose.

– Spinaci: contengono acido folico necessario per il funzionamento del sistema nervoso e per la trasmissione degli impulsi nervosi. Una porzione da 200g tre volte a settimana può bastare.

– Agrumi: (limoni, arance, pompelmi, lime, mandarini, mandaranci, mapo): il loro consumo regolare è collegato a una minore incidenza delle demenze, Alzheimer compreso, questo secondo uno studio giapponesedella Tohoku University. Consumane uno anche tutti i giorni, scegliendolo tra quelli di stagione.

– Tè verde: migliora le performances del cervello. Inoltre, secondo una ricerca della McMaster University in Canada, il suo antiossidante più noto, l’epigallocatechina, potrebbe fermare l’Alzheimer, impedendo la formazione delle placche di beta-amiloide probabili cause della malattia. Puoi berne fino a quattro tazze al giorno.

– Cioccolato fondente almeno al 70% e senza zucchero: 10-15g al giorno di questa prelibatezza recano benessere riducendo stress, infiammazioni e malumore. E potenziano anche la memoria.

– Semi di zucca: La protezione del cervello viene aiutata anche dai semi di zucca perché ricchi di omega 3, gli acidi grassi che ormai abbiamo capito essere amici dell’organismo, zinco, ferro, magnesio e vitamina E.

– Lenticchie: Sicuramente questo legume, molto legato alla tradizione, viene utilizzato per pochi mesi l’anno ma quando accade è meglio farne il pieno. Le lenticchie, infatti, sono ricche di proteine, ferro, selenio, acido folico e tirosina.

– Uova: Un’ottima alternativa alla carne viene sicuramente dalle uova, grandi rifornitrici di colina, utile per lo sviluppo cerebrale dei giovani.
Pane integrale – Gli alimenti integrali sono un ottimo aiuto per il cervello e, in particolare, il pane di questo tipo fornisce il suo contributo grazie al la presenza di colina, tirosina, vitamine del gruppo B e zinco.

Infine, per preservare il nostro cervello dall’invecchiamento, da alcuni studi sembra emergere che la curcumina contenuta nella curcuma possa fornire un valido aiuto nella prevenzione dell’Alzheimer.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie