Cordyceps sinensis, ottimo sostegno in presenza di esaurimento psicofisico da stress

Cordyceps sinensis è il nome botanico di un fungo, un ascomicete caratteristico della medicina cinese, che gli attribuisce proprietà tonico-rinvigorenti, utili per aumentare le energie corporee, stimolare il sistema immunitario e migliorare la resistenza fisica.

Le prime documentazioni relative all’utilizzo del Cordyceps nella medicina popolare cinese risalgono al 1760 a.C.; tuttavia, si è dovuto attendere fino al settembre 1993 per veder salire il fungo agli onori della cronaca occidentale. In quei giorni, durante i giochi nazionali cinesi di nuoto a Pechino, furono infranti tre record mondiali nei 1500, nei 3000 e nei 10000 metri.

La sinergia delle sue molecole rinforza l’organismo, aumenta le difese immunitarie, migliorando la gestione dello stress e rallentando l’invecchiamento. Il Cordyceps è un “pacchetto completo per lo sportivo”, afferma la Dr.ssa Stefania Cazzavillan, “in grado di migliorare gli adattamenti fisiologici al training, la performance e i tempi di recupero, in particolare nelle attività molto intense e di endurance”.

Il Cordyceps sinensis può essere considerato un anti-aging a tutti gli effetti e un ottimo sostegno in presenza di esaurimento psicofisico da stress e nella convalescenza dopo malattie debilitanti. Alcuni studi realizzati dalla Guangzhou Medical School in Cina, hanno dimostrato che l’estratto del fungo aiuta a regolare le aritmie. Inoltre, è efficace in presenza di ipertensione arteriosa sia senile che da stress e diminuisce i livelli di glucosio nel sangue, soprattutto in presenza di ridotta sensibilità cellulare all’insulina.

Il Cordyceps sinensis stimola la produzione di eritrociti e piastrine, pertanto può risultare un interessante coadiuvante per contrastare l’anemia e deficit corpuscolare nel sangue. Ultimo ma non meno importante, come tutti i funghi medicinali, il “fungo cervo” ha una potente azione immunomodulante, antitumorale ed esplica anche una protezione a livello del fegato.

Studi scientifici sul fungo e sulla cordicepina, molecola bioattiva in esso contenuta, dimostrano che il cordyceps ha un effetto importante sul controllo dell’infiammazione, generale e articolare, aiutando a prevenire artrosi e artrite, la degenerazione cartilaginea e l’osteoporosi. Nello sportivo il cordyceps favorisce la protezione delle articolazioni e velocizza il recupero dai traumi.

“Performance forte” a base di Cordyceps, rhodiola e magnesio, è pensato come integrazione naturale dello sportivo, favorendo la resistenza fisica e mentale, ed aiutare a ridurre la sensazione di fatica, migliorando la gestione dell’energia. Non meno importanti sono gli studi sulla prevenzione e sul trattamento dei tumori del Cordyceps, che evidenziano un’azione molto interessante, tanto da essere impiegato con successo a supporto delle terapie convenzionali. La completa assenza di effetti collaterali lo rende sicuro per un utilizzo a tutte le età.

Il cordyceps si è dimostrato un integratore sicuro e ben tollerato, privo di effetti tossici o rischi di altra natura; come per la stragrande maggioranza degli integratori, sono stati segnalati solamente casi isolati di lievi disturbi gastrici derivanti dall’ingestione di prodotti a base di cordyceps.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie