Mandorle, nocciole e noci: ecco come aumentare la fertilità maschile

Come aumentare la fertilità maschile? con Mandorle, nocciole e noci. Mangiarle migliora infatti la qualità dello sperma. Lo rileva uno studio presentato al meeting della European Society of Human Reproduction and Embryology a Barcellona. Per lo studio, i ricercatori hanno reclutato 119 uomini di età compresa tra i 18 e i 35 anni, divisi in due gruppi.

Un gruppo ha mangiato 60 grammi di mandorle, nocciole e noci aggiungendole giornalmente alla dieta abituale, mentre il secondo gruppo non lo ha fatto. Dopo 14 settimane, coloro che avevano mangiato la frutta secca risultavano aver avuto significativi miglioramenti nel numero di spermatozoi, nella vitalità, motilità e morfologia (forma), tutti associati alla fertilità maschile.

Inoltre, è emersa una significativa riduzione dei livelli di frammentazione del DNA spermatico, un parametro strettamente associato alla sterilità negli uomini. I risultati sono apparsi coerenti con il miglioramento dello sperma osservato in altri studi che hanno esaminato diete ricche di omega-3, antiossidanti come la vitamina C ed E, il selenio e lo zinco e i folati. Le noci sono ricche di molti di questi nutrienti.

“In letteratura – evidenzia il coautore dello studio Albert Salas-Huetos dell’Università Rovira i Virgili in Spagna- si stanno accumulando le prove che un corretto stile di vita, come ad esempio seguire un modello alimentare sano, potrebbe aiutare il concepimento e, naturalmente, la frutta secca è una componente chiave di una dieta mediterranea sana”.

Ecco come aumentare la fertilità maschile in 10 mosse

– Cercare di avere rapporti più di due volte la settimana è un toccasana per la vita degli spermatozoi. Non esiste una regola sulla frequenza, ma pare sia meglio evitare lunghi periodi di astinenza. Inoltre la mancata eiaculazione per diversi giorni fa aumentare il rischio di prostatite, cioè l’infiammazione alla prostata, nociva per la fertilità maschile.

– Fare l’amore con gioia: molti studi evidenziano che il sesso divertente e soddisfacente può incrementare del 50% nell’uomo la produzione di spermatozoi (British Fertility Society). E’ sbagliatissimo finalizzare il rapporto al solo concepimento, meglio perseguire sempre il piacere e la soddisfazione della coppia.

– Evitare l’alcool: le bevande alcoliche riducono i livelli di testosternoe e quindi influiscono sulla qualità e quantità della produzione degli spermatozoi.

– Smettere di fumare: il fumo contiene delle sostanze chimiche che riducono sensibilmente le capacità di fecondare.

– Ridurre la caffeina: bere massimo due o tre tazzine di caffè al giorno.

– Perdere peso: il sovrappeso influisce sulla circolazione sanguigna e in un secondo momento sulla fertilità. Inoltre l’obesità crea un eccesso di estrogeno (ormone sessuale femminile) e un abbassamento del testosterone, che riduce il numero di spermatozoi.

– Evitare “surriscaldamento” dei testicoli:per una buona produzione di spermatozoi i testicoli devono essere a una temperatura più bassa di quella corporea, per questo vanno evitati i pantaloni o la biancheria intima troppo stretta, e ridotte attività come la bicicletta o la sauna che li possono riscaldare eccessivamente.

– Sana alimentazione: una dieta varia e bilanciata aiuta nella cura della fertilità. In particolare non devono esserci carenze di zinco che ha la funzione di attivare gli spermatozoi, vitamina C, acido folico e selenio.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie