Thailandia: salvati i primi 6 ragazzi sono fuori dalla grotta

Sei dei ragazzi intrappolati in Thailandia sono fuori dalla grotta di Tham Luang:  “Sono al sicuro e stanno abbastanza bene”, riferisce un capo della polizia locale all’inviato della tv britannica Itv parlando dei primi due che sono usciti. Altri media parlano di quattro ragazzi vicini all’uscita.

Secondo le fonti del sito web Khaosod English, i quattro sono usciti camminando autonomamente per andare nell’ospedale da campo. “Stanno facendo dei controlli” ha detto Tossathep Boonthong, capo del dipartimento della salute di Chiang Rai.  “Hanno raggiunto la camera tre e usciranno a breve dal complesso di grotte” ha detto il portavoce del ministero della Difesa del Paese, il generale Kongcheep Tantrawanit.

“Potranno uscire a piedi”, ha aggiunto. La camera tre è il luogo dove, all’interno dei cunicoli, i soccorritori hanno allestito la base per assistere il gruppo di 13 giovani rimasto intrappolato nelle grotte allagate. Il primo ragazzino è uscito alle 17.40 locali, il secondo alle 17.50. “Sono al sicuro e stanno abbastanza bene” ha riferito un capo della polizia locale all’inviato della tv britannica Itv. Elicotteri e 13 ambulanze sono pronti a soccorrere i giovani calciatori.

Il primo ministro Prayuth Chan-ocha ha ringraziato pubblicamente le squadre di soccorso, che negli ultimi giorni erano diventate una vera task force multinazionale, con la partecipazione di specialisti americani, britannici, australiani, cinesi e giapponesi, oltre che di appartenenti a una decina di agenzie governative, residenti e volontari. Passato il sollievo di averli ritrovati vivi, la sfida è ora quella di mantenerli in forze prima di riportarli alla luce in tempi brevi. Lo stesso governatore Narongsak ha aggiunto che “l’operazione non è conclusa”.

Il recupero ha avuto inizio alle 10 locali, le 5 in Italia. I primi non torneranno in superficie prima delle 21 locali (le 16 in Italia). Le operazioni potrebbero durare “un paio di giorni”, e sono dipendenti anche dal maltempo.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie