Acque aromatizzate con frutta verdura e spezie: le bevande detox salutari e depuranti

Frutta, spezie, erbe e verdure, per condire l’acqua e renderla una bevanda detox che stimola l’organismo e aiuta a mantenere una splendida forma estiva. Frutti, erbe, verdure, nutrienti, sapori e colori che riempiono il bicchiere e l’organismo di principi salutari e depuranti.

Il nuovo trend prevede che vengano sorseggiate fredde e direttamente dalla bottiglia, meglio se travasate in borracce metallizzate o a stampe moda (così come impone lo spirito ecologista che di plastica in mare non ne può più). Oppure in grandi caraffe trasparenti o in barattoli di vetro monoporzione, da bere rigorosamente con la cannuccia come si fa con i cocktail. Non vanno dolcificate e andrebbero lasciate a macerare per qualche ora prima di essere consumate altrimenti non hanno molto sapore.

Fra gli ingredienti del momento si segnalano cetrioli, limone, prezzemolo e zenzero (dissetante e idratante); frutti di bosco, mirtilli, lamponi e more (antiossidanti); menta e limone e rosmarino (re-idratanti), fiori di sambuco, limone e menta (rinfrescanti, vitaminici).

Si tratta sostanzialmente d’infusi, preparati però normalmente a partire dall’acqua fredda e da consumare poi con comodo a temperatura ambiente. Gli ingredienti vanno lasciati nella caraffa d’acqua almeno 4 o 5 ore, fino a 24: l’ideale è prepararle la sera prima, lasciarle a riposo tutta la notte e poi berle a varie riprese durante la giornata. Frutta, verdure ed erbe aromatiche avranno così tutto il tempo necessario a rilasciare e  infondere nell’acqua tutti i preziosi nutrienti idrosolubili, come sali minerali, vitamine, antiossidanti.

Iniziamo da un’acqua monoingrediente: acqua d’alloro. Innanzitutto ci vuole l’alloro secco, non quello fresco. Basta far bollire tre o quattro fogli per un litro d’acqua, e poi lasciarlo a riposo. È una pianta dalle varie e solide proprietà medicina: qui ci interessa il suo aiuto all’’intestino e la sua azione anti-gonfiore. Non ultimo: ha un gusto sorprendentemente gradevole! E tra le altre piante aromatiche, da usare da sola o in compagnia, per la depurazione non va assolutamente dimenticata la menta.

Arance e mele formano un ottimo duo, ma non di stagione. Meglio rivolgersi all’anguria – amica dei reni  – da abbinare magari proprio alla suddetta menta. Oppure passare a pesche e kiwi. Anche i frutti di bosco come more e lamponi sono ingredienti efficacissimi per condire la nostra acqua. Da provare in tandem con l’ananas e, come erbe fresche, la salvia.

Passando alle verdure, prioritari i famosissimi cetrioli – che stanno bene insaporiti a loro volta con lo zenzero. Il compagno per eccellenza dello zenzero è il limone. I tre ingredienti insieme sono perfetti. Il limone già da solo con l’acqua (in questo caso più calda, magari) è un grandioso attivatore del metabolismo.  Lo zenzero – ed eventualmente la menta, e poi ancora il cetriolo – ne potenziano gli effetti, aiutando davvero l’organismo a depurarsi e a perdere peso.

Già, perché le acque detox alla fine aiutano proprio in quello: smaltire i chili di troppo. Infatti queste bevande hanno buon sapore ma poche calorie, contengono nutrienti essenziali per regolare le varie funzioni del corpo, stimolano l’organismo ma allo stesso tempo aiutano a controllare la fame.

Per fissare l’abbronzatura. La scelta di ingredienti dal colore arancione non è casuale: sono frutti capaci di fissare l’abbronzatura grazie al beta carotene (precurose della vitamina A) contenuto nella polpa, un pigmento capace di stimolare la formazione della melanina e prevenire le scottature solari.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie