Facebook userà solo energie rinnovabili, ridurrà le emissioni di CO2 del 75%

Facebook ridurrà le emissioni di CO2 del 75% e alimenterà tutte le attività solo con energie rinnovabili entro il 2020. La compagnia di Menlo Park annuncia il doppio impegno ambientalista in un post, in cui evidenzia di aver acquistato oltre 3 gigawatt di elettricità eolica e solare negli ultimi 5 anni, di cui 2,5 gigawatt negli ultimi 12 mesi.

“Siamo orgogliosi dell’impatto che il nostro programma sulle rinnovabili sta avendo sulle comunità locali e in generale sul mercato – scrive Facebook – Ogni progetto porta lavoro, investimenti e un ambiente più salutare per le comunità che ci ospitano a Prineville, nell’Oregon, Los Lunas, nel New Mexico, a Henrico, in Virginia, and Lulea, in Svezia. Noi abbiamo un approccio aperto e innovativo nel trovare soluzioni di energia rinnovabile che incontrino i nostri bisogni e possano spingere in avanti il mercato dell’energia”.

La svolta ambientalista dell’azienda è iniziata nel 2013 quando, seguendo l’esempio di Google, ha firmato il primo contratto per una fornitura di energia eolica. Entro il 2017, il social media è riuscito ad alimentare il 51% delle proprie strutture con fonti di alimentazione rinnovabili.
Altre società del settore tech, tra cui Google e Apple, sono già riuscite a diventare al 100% ecosostenibili. Nel 2018, Facebook si è comunque distinto come uno dei giganti di internet a utilizzare la maggior quantità di energia pulita.

Uno dei metodi che l’azienda utilizza per acquistare fonti di alimentazione rinnovabili è stringere accordi con delle realtà locali, chiamati tariffe verdi, che consentono di attingere dalla rete energetica della zona d’interesse. “Le compagnie che lo desiderano possono unire le forze per creare nuovi parchi eolici o centrali fotovoltaiche”, afferma Lily Donge, a capo del Business Renewables Center dell’organizzazione no profit Rocky Mountain Institute. “Si tratta del modo migliore per diffondere le energie rinnovabili in tutta l’area”.

Facebook fa parte di Re100, l’iniziativa che riunisce le grandi aziende impegnate a raggiungere il 100% di energie pulite. Tra le compagnie hi-tech americane aderiscono anche Apple, Google, Facebook e Microsoft. Nel giugno scorso, invece, la coreana Samsung ha annunciato che entro il 2020 alimenterà con fonti ‘verdi’ le sue attività in Europa, Usa e Cina.


Altre Notizie