Ilva: Ministro Costa, prossima settimana definiamo dossier ambientale

Da ieri il fascicolo sull’Ilva per quanto riguarda l’aspetto ambientale “ha cominciato il percorso di approfondimento e la settimana prossima definiamo il carteggio, in sostanza vediamo in concreto sulle tematiche ambientali cosa è contrattualmente previsto, cosa è stato fatto e che si deve fare”. Lo ha dichiarato il ministro dell’Ambiente Sergio Costa intervenuto all’Aria che tira estate su La7 precisando di aver incontrato ieri il vice premier e ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio con i rispettivi staff.

Costa ha spiegato di avere “una competenza endoprocedimentale” cioè “dentro la competenza dell’intero governo” che è allargata alla gara per la cessione del gruppo siderurgico e che il “primo step è verificare cosa è stato fatto e si deve fare per la tutela ambientale”.

“Come ministero dell’Ambiente facciamo uno studio squisitamente tecnico, che non ha nulla di politico, per vedere dal punto di vista ambientale la situazione come è e come potrebbe diventare. In una settimana solare, alla fine della settimana prossima, restituisco il dossier al Mise per le sue valutazioni, e poi per le valutazioni collegiali del governo”, ha anche detto il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa (M5S), alla trasmissione “L’ultima spiaggia” su Rai Radio1.

“Ieri ho avuto il carteggio, già ci stiamo lavorando da ieri sera – ha proseguito Costa -. Il Ministero dell’Ambiente deve dire qualcosa che possa tutelare il territorio, la salute del cittadino, e ove possibile anche l’occupazione. Entro la fine della prossima settimana daremo la nostra valutazione”. “La squadra che esamina il dossier è molto robusta – ha concluso Costa -. Il ministro Di Maio ieri era da me alle 15. Alle 16,30 la squadra stava già lavorando alacremente. Stiamo aprendo i carteggi, per capire da dove si è partiti, qual è la proposta e dove invece si potrebbe arrivare. Parliamo solo in termini tecnici, di politico non c’è niente”.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie