Spray solari per bambini: attenzione alla presenza di sostanze vietate

Filtri solari con nanoparticelle non ammesse nei prodotti spray per bambini e non. Altroconsumo ha segnalato al Ministero della Salute la presenza di biossido di titanio (Titanium dioxide) e di MBBT (Methylene Bis-Benzotriazolyl Tetramethylbutylphenol) in forma nano in alcuni prodotti venduti in farmacia e nella grande distribuzione.

Il Regolamento Europeo n.1223/2009 (e successivi emendamenti) vieta, per problemi di sicurezza, l’uso di queste sostanze in forma “nano” nei prodotti cosmetici la cui modalità d’uso e applicazione può esporre il consumatore a rischio di inalazione del prodotto stesso, come nel caso di spray o polveri. In formulazioni di questo tipo il MBBT nano è formalmente vietato da giugno 2018, mentre il biossido di titanio lo è già dal 2016 ed è inaccettabile che sia ancora presente tra gli ingredienti.

Altroconsumo ha rinvenuto i solari in questione in una prima rapida verifica dei prodotti in commercio, ma non esclude che ve ne possano essere altri in circolazione con le stesse difformità. Considerando che si tratta di solari destinati all’uso sui bambini, l’Organizzazione ritiene doveroso un intervento di controllo e di ritiro dal mercato dei prodotti non conformi e l’adozione di misure da parte dei produttori per modificare la formulazione.

Altroconsumo invita a leggere con molta attenzione le etichette degli spray per bambini e scegliere prodotti in cui non siano presenti le sostanze in questione.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie