Le diete sostenibili possono fare bene anche al pianeta? La Fondazione Barilla lancia 12 azioni concrete

Un’alimentazione sana può proteggere l’ambiente? Si parla molto di come rendere più sostenibile l’approvvigionamento di cibo. E i consumatori sono sempre più consapevoli della relazione tra una sana alimentazione e un pianeta sano. Un esempio? Basta dare un’occhiata agli scaffali dei supermercati.

Un tempo era difficile trovare degli hot dog vegetariani nel Safeway del mio quartiere: erano per lo più nascosti nelle ultime file del reparto ortofrutta. Adesso, invece, c’è un’intera sezione in continuo ampliamento dedicata ai prodotti proteici a base vegetale, compresi formaggi e salsicce vegani. Mentre aumentano le vendite delle proteine a base vegetale, cresce anche la consapevolezza dell’impronta ecologica della produzione di carne bovina.

Più alimenti di origine vegetale, prodotti stagionali e locali, cereali integrali. Sono tra le 12 raccomandazioni concrete per trasformare, in chiave sostenibile, il sistema alimentare globale che Fondazione Barilla Center for Food&Nutrition (Bcfn) lancia oggi dal palco del Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione, per la prima volta anche a New York (dopo l’appuntamento di Bruxelles dello scorso giugno e prima del consueto evento di Milano).

Ecco le 12 raccomandazioni di Bcfn che tutti possono seguire:

1. Scegli principalmente cibi di origine vegetale, per incidere positivamente sulla tua salute e ridurre l’impatto ambientale.

2. Varia la tua alimentazione. Mangiare molti alimenti diversi aiuta a mantenersi in salute.

3. Mangia 5 porzioni di frutta e verdura ogni giorno, includendo questi alimenti nei pasti e negli spuntini.

4. Scegli prodotti stagionali e locali, controllando la disponibilità della frutta e della verdura nella tua zona.

5. Usa ingredienti freschi quando possibile per ridurre l’uso (e lo spreco) di imballaggi non necessari. Fuori casa, privilegia posti che servono pasti fatti sul momento.

6. Limita il consumo di alimenti trasformati ed evita cibi ultra-processati. Leggi bene le etichette per essere informato sul contenuto di zuccheri, grassi e sale.

7. Aumenta il consumo di cereali integrali, come riso integrale, orzo, avena, mais e segale che apportano notevoli benefici nutrizionali.

8. Limita il consumo di bevande dolcificate o ricche di zuccheri. Il consumo di acqua potabile al posto di questo tipo di bevande è associato a un minore aumento di peso nel lungo periodo.

9. Aumenta il consumo di legumi. Un consumo, anche moderato, di fagioli può dare un contributo significativo all’assunzione di fibre.

10. Riduci il consumo di carni rosse e trasformate, preferendo fonti vegetali di proteine come legumi e noci.

11. Scegli pesci provenienti da pesca sostenibile per aiutare a proteggere l’habitat dallo sfruttamento della fauna marina e salvaguardare l’ambiente e il mare.

12. Scegli i prodotti che provengono da animali allevati a terra e liberi di muoversi. Il cibo che scegli ha un effetto diretto su come vivono gli animali nelle fattorie.

 

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie