Scuole verdi, giunge al Senato il disegno di legge per più spazi verdi nelle scuole

Riqualificare l’edilizia scolastica per far trascorrere agli alunni delle scuole primarie più tempo all’aperto grazie a giardini, orti e spazi verdi.  E’ questa la finalità del disegno di legge “Scuole verdi” depositato al Senato nei giorni scorsi, anche con il contributo del lavoro al quale ha partecipato la Lipu.

Il benessere scaturito, in una fascia d’età importante della crescita, dalla presenza di più verde, coinvolge sia la sfera fisica, sia quella psicologica, a sostenerlo sono psicologi infantili e pediatri. A occuparsi del tema nella scorsa legislatura è stata la senatrice del Pd Monica Cirinnà, che ha voluto ripresentare il disegno di legge. Un’idea, peraltro pensata da tempo dalla Lipu che ha preso spunto dal movimento statunitense No child left inside, quest’ultimo ha ottenuto dal Governo degli Stati Uniti una legislazione e fondi per la formazione e garantire ai ragazzi tempo all’aperto in giardini e spazi verdi.

Gli articoli del disegno di legge sono quattro e prevedono il riconoscimento istituzionale del verde come elemento fondamentale del percorso educativo e formativo nella scuola primaria (articolo 1), la promozione concreta di adeguati spazi verdi nelle scuole primarie italiane (articolo 2), l’emanazione di un decreto ad hoc da parte del ministero dell’Istruzione (articolo 3) e la necessaria copertura finanziaria (articolo 4).

Principi che valgono non solo nei progetti di nuova edificazione di Regioni e Comuni, ma anche laddove occorrono ristrutturazione, riqualificazione e messa in sicurezza degli edifici scolastici che accolgono scuole primarie. Come spiega Danilo Selvaggi, direttore generale della Lipu: “Quello del deficit di natura  è un problema serio, che non va affatto sottovalutato, per la crescita dei ragazzi, per far fronte ai grandi carichi di stress cui sono oggi  sottoposti e  per il bene dell’intera società. Il deposito del disegno di legge al Senato deve rappresentare un cambio di strategia, che metta l’Italia al passo con i paesi più avanzati che da tempo progettano e realizzano scuole ricche di verde.” Sul territorio italiano, tante scuole hanno intrapreso questo percorso, precisa ancora Selvaggi, che auspica l’approvazione del disegno di legge da parte di tutti i parlamentari. “Sarebbe una piccola grande rivoluzione, culturale e pratica”. Conclude.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie