Vaccini, Ministro Grillo: Sì per morbillo, non per l’esavalente

Vaccini: obbligo per il morbillo, non per l’esavalente. “Ci siamo opposti al decreto Lorenzin nel corso della scorsa legislatura e il nostro obiettivo come forza politica e come Governo è di superare il decreto”. Così il ministro della Salute Giulia Grillo, ospite della trasmissione ‘L’aria che tira’ su La7.

“Non ci siamo opposti perché siamo contro i vaccini: la nostra posizione è favorevole ai vaccini ma tende a utilizzare lo strumento dell’obbligo in maniera intelligente. Ovviamente obbligando i cittadini dove è necessario, sicuramente per il morbillo. A differenza invece di altre patologie su cui è sufficiente la raccomandazione come fanno altri Paesi – prosegue -. Anche sullo stesso vaccino esavalente è possibile tornare ad un regime pre-Lorenzin. Mentre serve mantenere alta l’attenzione sul morbillo che è il reale problema di questo Paese”.

Il ministro M5s si dichiara fiduciosa nei confronti del ministro dell’Economia, Giovanni Tria, e si dichiara favorevole alla liberalizzazione delle droghe leggere. Ma sottolinea: “Non è un punto contenuto nel contratto di governo e al momento non è nemmeno un argomento di cui si sta discutendo in Parlamento. Noi, nella scorsa legislatura, depositammo una proposta di legge nella direzione della liberalizzazione. Sono anche favorevole alla cannabis terapeutica. Ci sono grandi vantaggi per i malati che la usano. Purtroppo, però, la produzione non è sufficiente per soddisfare le richieste e stiamo lavorando per risolvere questo problema”.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie