Anac, Kit per diabetici sprecati 215 milioni

Dai pungidito per misurare la glicemia alle siringhe di insulina, la fornitura ai diabetici di questi dispositivi costa nel complesso mezzo miliardo l’anno, ma ben 215 si potrebbero risparmiare se ci si uniformasse ai prezzi di acquisto della regione più virtuosa. Lo rileva l’Anac in un dossier sugli sprechi nel mercato dei dispositivi medici per il diabete. La stessa striscia per il controllo della glicemia, ad esempio, viene pagata 19 centesimi dall’Emilia Romagna e il triplo dalla Provincia di Bolzano.

Dopo 6 anni niente è cambiato, perché le procedure di evidenza pubblica non sono ancora concluse. Così i dispositivi per l’autocontrollo del diabete continuano a essere forniti ai 470 mila malati lombardi tramite un accordo con le farmacie senza alcuna concorrenza sul mercato fondamentale per strappare prezzi decisamente più bassi, come avviene in Liguria, Emilia Romagna e Toscana.

La necessità di indire una procedura di evidenza pubblica per il rifornimento del kit di controllo della glicemia viene individuata, per la prima volta, il 10 ottobre 2013 dall’allora direttore generale della Sanità Walter Bergamaschi, dopo che l’Autorità garante della Concorrenza e del mercato, pochi mesi prima (il 28 gennaio), censura la modalità di distribuzione di lancette pungidito, aghi-penna, strisce per il controllo della glicemia e siringhe da insulina esclusivamente tramite le farmacie.

Da lì Arca fa passare fino al novembre 2015 per la definizione dei capitolati di gara: vengono organizzati tavoli di confronto con i produttori e le associazioni pazienti che non portano a nulla visto che, quando finalmente il bando esce, viene immediatamente stoppato dal Tar su ricorso degli stessi. La storia si ripete di anno in anno come in un film già visto. E il 26 febbraio 2018, a quattro giorni dalle elezioni regionali, su proposta dell’assessore alla Sanità Giulio Gallera, Regione Lombardia è costretta a confermare nuovamente l’accordo con le farmacie per non interrompere il servizio ai diabetici: «La proroga è fino al completamento della procedura di gara sulla fornitura espletata da Arca e all’effettiva operatività del servizio, si legge nella delibera. Comunque non oltre il 31 marzo 2019.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie