Salmonella nel pesce spada affumicato, Ministero salute: il numero lotti segnalati

Rischio microbiologico per salmonella nel pesce spada affumicato. Questo il motivo che ha spinto il Ministero della salute a diffondere un avviso di richiamo di due lotti di marlin affumicato a marchio BERNARDINI GASTONE. Come si legge nel comunicato pubblicato sul sito del dicastero, il prodotto in questione è è venduto in pezzi singoli venduti a peso, con il numero di lotto 03082018 e 09082018 e la data di scadenza 02/12/2018.

Il pesce affumicato è lavorato per la commercializzazione nello stabilimento di BERNARDINI GASTONE srl via Lavoria 83/85, a Cenaia Crespina Lorenzana, in provincia di Pisa. A scopo precauzionale e al fine di garantire la sicurezza dei consumatori, Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda a coloro che hanno acquistato il prodotto dei medesimi lotti di appartenenza, di NON consumarlo!

La salmonella è l’agente batterico più comunemente isolato in caso di infezioni trasmesse da alimenti, sia sporadiche che epidemiche. Le salmonelle, responsabili di oltre il 50% del totale delle infezioni gastrointestinali, sono una delle cause più frequenti di tossinfezioni alimentari nel mondo industrializzato. I principali serbatoi dell’infezione sono rappresentati dagli animali e i loro derivati (come carne, uova e latte consumati crudi o non pastorizzati).

La gravità dei sintomi varia dai semplici disturbi del tratto gastrointestinale (febbre, dolore addominale, nausea, vomito e diarrea) fino a forme cliniche più gravi (batteriemie o infezioni focali a carico per esempio di ossa e meningi) che si verificano soprattutto in soggetti fragili (anziani, bambini e soggetti con deficit a carico del sistema immunitario). I sintomi della malattia possono comparire tra le 6 e le 72 ore dall’ingestione di alimenti contaminati e si protraggono per 4-7 giorni.

I principali veicoli di trasmissione della salmonella sono rappresentati da: alimenti, acqua contaminata, piccoli animali domestici. Tuttavia gli alimenti contaminati rappresentano uno dei veicoli più importanti di diffusione dell’infezione nell’uomo (uova crude o poco cotte, latte crudo (compreso il latte in polvere), carne e derivati (specialmente se poco cotti), salse e condimenti per insalate, preparati per dolci, creme, gelato artigianale e commerciale, frutta e verdura contaminate durante il taglio. Nella maggior parte dei casi, l’infezione da salmonella si presenta in forma lieve e si risolve da sola nel giro di pochi giorni.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie