Lusail City, la prima “città del futuro” a impatto zero è in Qatar

Ci saranno torri e grattacieli, 22 alberghi, un distretto commerciale, isole artificiali, aree attrezzate a verde con campi da golf, un parco a tema sul lungomare per il tempo libero, e un nuovo stadio, progettato da Norman Foster, che nel 2022 ospiterà i mondiali di calcio. Tutto questo sarà Lusail City, la prima “città del futuro” ecologica costruita con criteri di bio architettura e sviluppo sostenibile .

Dove? In Qatar a 15 Km dalla capitale Doha. Si estenderà su un’area di 38 kmq e una capacità di 450mila abitanti. Per la mobilità i cittadini disporranno di una metrotranvia con 38 stazioni, piste ciclabili e percorsi pedonali che attraversano il 17% del territorio. Nota dolente il caldo, tuttavia per ovviare a questo inconveniente, a Lusail City sarà installato un sistema di raffreddamento tra i più efficienti e più grandi del mondo.

Capitolo raccolta rifiuti, ci sarà una rete sotterranea di tubi sottovuoto in cui i rifiuti vengono aspirati fino all’impianto di raccolta. Con questo sistema si ridurrà di molto la circolazione di mezzi adibiti alla raccolta della spazzatura. Per l’acqua sarà creato un sistema di razionalizzazione intelligente per non disperderne neanche una goccia, mentre contro i potenti venti del nord ci sarà una sorta di barriera artificiale formata da palazzi e strutture particolari realizzati su una lunghezza totale di 27 km. Anche le migliori aziende del “Made in Italy”, del campo dell’architettura, dell’arredo e delle nuove tecnologie parteciperanno alla creazione della “Città del Futuro”.

Il ‘Made in Italy’ qui è sinonimo di “bello e ben fatto”, interprete indiscusso del “sogno” arabo. Per il 2021 si prevede ,infatti, un notevole aumento dell’export Made in Italy nel settore dell’arredamento grazie agli emirati che offriranno il maggior contributo alla crescita. Secondo  l’architetto e interior designer italiano Luigi Astarita, general manager di Eccellenze Italia: “Lusail City è oggi un enorme cantiere a cielo aperto e costituisce una grande opportunità per le aziende italiane che operano nel settore dell’ arredamento e del design, soprattutto se si offre innovazione, creatività e professionalità” . La costruzione di Lusail City è stata promossa dal fondo sovrano dell’emiro Tamim bin Hamad al-Thani, proprietario in Italia, tra gli altri, dello storico Hotel Gallia e del Four Seasons di Milano.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie