Muore soffocato da un boccone street artist Caligaris

18

È morto alle Molinette, dopo quattro giorni di agonia, lo street artist e fumettista Alessandro Caligaris. Venerdì scorso l’artista era rimasto soffocato da un boccone di carne mentre stava cenando con la fidanzata in una trattoria torinese. Aiutato da un medico che si trovava sul posto e dai sanitari dalla Croce Rossa che lo avevano rianimato ed erano riusciti a liberargli le vie respiratorie, il 37enne si è spento in ospedale martedì sera.

Caligaris era un artista molto conosciuto a Torino: disegnatore, fumettista, writer, si era formato all’Accademia Albertina di Belle Arti. Famosi i suoi lavori sui muri di Torino e della provincia, ma anche le opere (fumetti di denuncia) pubblicate con la Eris Edizioni che stamattina si affida a un post per ricordare Alessandro:

“Questa è una di quelle notizie che non si vorrebbero mai dare. Purtroppo il nostro amico Alessandro Caligaris ci ha lasciato due notti fa – spiega la casa editrice su Facebook – Non abbiamo molte parole per esprimervi il nostro dolore per aver perso una parte di noi, umanamente e professionalmente. Ci abbiamo creduto insieme, abbiamo percorso i primi passi insieme e insieme siamo cresciuti in questo mondo di disegni e parole. Se avete percorso anche solo un pezzetto di strada insieme ad Alessandro e voleste lasciarci un messaggio anche privato lo gireremo alla famiglia”.

Neanche due settimane fa, domenica 14 ottobre, al ristorante La Pace di Druento era morto nello stesso modo Massimiliano Pirrazzo, comandante della polizia locale di Brandizzo.