Cambiamento climatico, “È colpa di Satana”

Il capo gabinetto del ministero per la Famiglia e le disabilità, Cristiano Ceresani, ospite nella trasmissione Uno Mattina, e autore del libro ‘Kerygma, Il Vangelo degli ultimi giorni’, illustra le teorie sul riscaldamento globale e sui mutamenti climatici.

“È colpa dell’uomo se abbiamo calpestato il pianeta, ma nel cuore dell’uomo agiscono forze trascendenti. A Satana resta poco tempo per prendere di mira il creato”. Cerasani nel 2016, durante il governo Renzi, aveva ricoperto l’incarico di capo dell’Ufficio legislativo della sottosegretaria Maria Elena Boschi.

Le sue riflessioni, supportate dal “dato teologico” del ritorno di Cristo, sono tutte contenute nel suo libro, di cui parla in vari post anche sulla sua pagina Facebook.
È ovviamente colpa dell’uomo, della sua incuria, della sua avarizia, della sua ingordigia. Se abbiamo calpestato questo pianeta che è l’unico che abbiamo e che non possiamo sostituirlo è colpa dell’uomo. Ma – aggiunge – nell’uomo, come nella storia umana, agiscono forze trascendenti”. Poi spiega meglio: “Nel cuore dell’uomo agisce la tentazione.

Io nel libro cerco di spiegare come il fatto che Satana negli ultimi tempi che precedono la parusia sarà scagliato sulla Terra con grande furore sapendo che gli resta poco tempo, proprio per prendere di mira il creato e la creazione è un dato teologico. Dinanzi a questo dato teologico, io faccio delle domande dico: perché ci viene rivelata questa cosa? Cioè, perché andando a leggere nelle scritture questo tema dello sconvolgimento finale viene evocato? Lo paragono a quel che accade oggi, e quel che accade è oggi è qualcosa del tutto inedito nella storia dell’umanità, che non è mai accaduto e gli scenari che abbiamo ce li hanno raccontati prima, sono molto molto pericolosi per la sopravvivenza del genere umano”.



Altre Notizie