San Gerardo di Monza: effettuato delicato intervento di asportazione di un “gozzo” di 15 centimetri

Aveva un gozzo tiroideo enorme, che lo faceva respirare a fatica e deglutire con difficoltà .

Per asportare il voluminoso gozzo multi nodulare con notevole ingrossamento della tiroide che occupava tutta la regione anteriore, laterale e superiore del collo e con un ulteriore affondamento di oltre 15 centimetri nel torace i chirurghi avrebbero dovuto procedere oltre ad una estesa cervicotomia, quindi l’incisione alla base del collo, a una sternotomia, l’apertura dello sterno e una toracotomia, l’apertura della parete toracica con una incisione di circa 20 centimetri.

Invece, l’uomo arrivato al San Gerardo ha risolto il suo problema con un intervento mini invasivo e con una sola settimana di degenza. È bastata quindi una piccola incisione toracica di 3 cm, senza divaricazione costale, con l’ausilio di strumenti dedicati e di una telecamera con monitor ad alta definizione e una ministernotomia.

Una tecnica che ha portato al paziente notevoli vantaggi: riduzione del dolore e delle giornate di degenza, accelerato recupero respiratorio e recupero generale dall’intervento e riduzione del danno estetico.

L’eccezionale intervento è stato eseguito da una équipe multidisciplinare composta dal dott. Giovanni Colombo, dal dott. Claudio Marradi e dalla dott.ssa Elisa Bolzonaro della Chirurgia I^ (Direttore prof. Marco Braga) per la parte cervicale dell’intervento; dal dott. Marco Scarci, Direttore della Chirurgia Toracica insieme al dott. Costa Angeli per la mobilizzazione toracoscopica, dai cardiochirurghi dott. Stefano D’Alessandro e dott. Francesco Formica per la sternotomia e la mobilizzazione della parte mediastinica anteriore della massa e infine dal dott. Giuseppe Mingoia (Direttore prof. Werner J.D. Garavello) per la neoformazione epiglottica e dott.ssa Scanziani Monica anestesista.

Al termine del complesso intervento, durato 6 ore, il paziente è stato trasferito in Terapia intensiva come già programmato per la prima notte, il giorno dopo portato in reparto e dimesso in settima giornata . “Si è trattato di un intervento unico per la ASST di Monza – sottolinea il Direttore Generale Matteo Stocco – eseguibile, per la complessità del caso, solamente in pochissimi centri in Italia che abbiano, oltre ai chirurghi dedicati a questo tipo di chirurgia, Servizi di Chirurgia Toracica Mininvasiva, Cardiochirurgia, Terapia Intensiva Cardiochirurgica e Otorinolaringoiatria come al San Gerardo”.



Altre Notizie