Spray al peperoncino a scuola, soccorsi 33 studenti

3

Un maxi-intervento del 118, causato dall’uso di uno spray al peperoncino, si è reso necessario, all’interno di una scuola superiore. Lo ha reso noto l’Areu, l’Azienda regionale emergenza-urgenza. Trentatré ragazzi dell’istituto tecnico industriale ‘Cardani’ sono stati soccorsi: dei trenta trasportati al Policlinico San Matteo sono 23 i codici verdi e 3 i codici gialli. All’ospedale di Voghera sono arrivati invece sette ragazzi, tutti in codice verde.

Per dinamiche ancora da chiarire, uno degli studenti ha spruzzato a scuola lo spray, provocando una maxi emergenza che ha visto coinvolti non solo i sanitari del 118 ma anche carabinieri e vigili del fuoco che stanno mettendo in sicurezza l’area in questi minuti.

Le ambulanze sono giunte in un Istituto tecnico in via Verdi e al momento, secondo quanto si è appreso, stanno soccorrendo due 15enni, mentre sono trenta i codici verdi in fase di destinazione ospedaliera, in gran parte al San Matteo.

“Provo sconcerto e arrabbiatura nell’apprendere la notizia che in un Istituto tecnico di Pavia una trentina di studenti sono stati soccorsi dall’Areu a causa dell’uso di uno spray al peperoncino. Un fatto di per sé deprecabile, che diventa grave e inaccettabile dopo quanto accaduto venerdì notte in una discoteca della provincia di Ancona”. Lo scrive il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, su Facebook.

“In attesa che venga fatta chiarezza su ciò che si è verificato stamattina a Pavia e che i responsabili rispondano dei loro gesti, mi appello ai nostri giovani affinché riflettano sui danni irreparabili che possono produrre quelle che loro pensano essere delle ‘bravate’. Anche perché – conclude – dobbiamo evitare che, come spesso succede soprattutto tra i ragazzi, l’emulazione – in questo caso becera – non prevalga sul buon senso”.

Ti Potrebbero interessare anche: