Malaga, il piccolo Julien trovato morto dentro al pozzo

Julen, il bambino di due anni caduto in un profondo pozzo il 13 gennaio, è stato trovato morto nella notte da venerdì a sabato.

I soccorritori hanno raggiunto Julien all’1.25 di stanotte dopo 13 giorni di scavi senza sosta nel pozzo dove è caTrovato morto. I soccorritori hanno raggiunto Julien all’1.25 di stanotte dopo 13 giorni di scavi senza sosta nel pozzo dove è caduto il 13 gennaio a Totalan, una località vicino a Malaga, ma il bimbo era senza vita. A darne l’annuncio un tweet della Guardia Civil. Una tragedia enorme che ha sconvolto il mondo intero.

Appresa la notizia, il padre del piccolo ha avuto un malore ed è stato soccorso dal personale di un’ambulanza presente all’uscita del pozzo. Gli enormi sforzi messi in atto per salvare il bimbo di due anni sono stati vani e in queste ore si sta ora lavorando per riportare il cadavere in superficie. La notizia del ritrovamento è stata twittata anche dal ministero dell’Interno spagnolo, che ha ringraziato i soccorritori. Il corpo senza vita di Julen è stato trovato a oltre 100 metri sotto terra.

L’ultimo tratto è stato particolarmente duro, per la presenza di grosse rocce, che alla fine sono state fatte saltare con delle piccole cariche esplosive.

Gli sforzi messi in atto per salvare il bimbo di due anni sono stati vani e in queste ore si sta ora lavorando per riportare il cadavere in superficie. La notizia del ritrovamento è stata twittata anche dal ministero dell’Interno spagnolo, che ha ringraziato i soccorritori. Il corpo senza vita di Julen è stato trovato a oltre 100 metri sotto terra. L’ultimo tratto è stato particolarmente duro, per la presenza di grosse rocce, che alla fine sono state fatte saltare con delle piccole cariche esplosive.

 
Condividi questo articolo: 

Altre Notizie