Una macchina che converte i rifiuti di plastica in diesel e benzina

L’attore francese Samuel Le Bihan e lo scienziato autodidatta Christofer Costes hanno progettato una macchina a bassa tecnologia che converte i rifiuti di plastica in diesel e benzina, capace di aiutare a combattere l’inquinamento e fornire carburante a comunità remote nei paesi in via di sviluppo. E’ quanto riporta In a Bottle (www.inabottle.it) in un focus sul tema del riciclo e dell’economia circolare

“L’idea è quella di incoraggiare la raccolta dei rifiuti prima che finiscano negli oceani attraverso un reattore chiuso capace di generare carburante”, ha affermato uno dei due ideatori Samuel Le Bihan alla Reuters, attore protagonista di film francesi come “Disco” e “Mesrine”.

Ecco come funziona. I granuli di plastica vengono immessi in un reattore chiuso, dove vengono scomposti a 450 gradi centigradi per produrre diesel, benzina e un residuo di carbonio che può essere utilizzato nei pastelli.

“Un chilo di plastica può produrre un litro di liquido, che è possibile filtrare tra diesel e benzina”, ha affermato il creatore Cristofer Costes. Con 50.000 euro di finanziamento aggiuntivo da parte delle autorità locali, i due uomini prevedono di creare un prototipo più grande in grado di convertire 50 kg di plastica in carburante ogni 80 minuti.

“Se le persone si rendono conto che i rifiuti di plastica hanno un valore, non li butteranno più via – ha affermato Le Bihan – Non riesco a immaginare quante tonnellate di rifiuti di plastica ci siano in giro che potremmo trattare.”


Altre Notizie