Allevatore tenta di darsi fuoco in Campidoglio

Protesta in piazza del Campidoglio, a Roma, per gli operatori dell’ippodromo di Capannelle.

Un allevatore di cavalli ha tentato di darsi fuoco davanti ai miei occhi”. Lo denuncia su Facebook Mauro Antonini, responsabile del Lazio di CasaPound, postando anche una serie di foto dell’accaduto.

“Era in preda alla disperazione visto che probabilmente perderà tutto: la giunta Raggi non ha rinnovato le concessioni per la gestione dell’ippodromo della Capannelle – spiega Antonini -. Praticamente i grillini bloccheranno un indotto di migliaia di lavoratori e che garantisce una vita dignitosa a migliaia di famiglie. CasaPound Italia è al loro fianco in questa battaglia!”.

L’attività delle corse dei cavalli è cessata dal 1 gennaio 2019 all’Ippodromo Capannelle. E’ per questo che oggi una cinquantina di esponenti dell’ippica si sono ritrovati sotto al Campidoglio per protestare contro la giunta Raggi, responsabile di non avere saputo trovare una soluzione al problema.

La Hippogroup RomaCapannelle Srl, società che gestisce lo storico ippodromo, ha infatti deciso la sospensione delle corse per il mancato accordo con l’Amministrazione di Roma Capitale in merito al canone di concessione, quantificato retroattivamente in oltre due milioni e mezzo di euro annui. I manifestanti avevano striscioni con le scritte: “Raggi stai uccidendo l’ippica romana”, “Giu’ le mani dall’ippodromo”.

 
Condividi questo articolo: 

Altre Notizie