Earth Hour 2019: 100 eventi in tutta Italia

Tutte le luci esterne dei palazzi delle principali istituzioni nazionali saranno spente: quelle del Quirinale, di Palazzo Madama, di Palazzo Montecitorio, di Palazzo Chigi

400 i Comuni che hanno aderito all’Ora della Terra 2019 (tutti i capoluoghi di regione tranne Genova e Campobasso), con lo spegnimento di monumenti, palazzi o luoghi simbolo. 47 organizzazioni aggregate WWF e 10 Oasi hanno in programma circa 100 eventi e iniziative, dalle biciclettate alle conferenze, dalle serate a lume di candela a quelle musicali, dalle passeggiate sotto le stelle alle iniziative di volontariato ecologico come quelle previste in Abruzzo, dove si ripuliscono le spiagge.

La situazione del riscaldamento globale è sempre più preoccupante. A ottobre dell’anno scorso, il rapporto dell’Ipcc, il Comitato dell’Onu sul clima, ha lanciato l’allarme: le temperature mondiali sono già aumentate di 1 grado dai livelli pre-industriali (metà dell’Ottocento). Se non si tagliano drasticamente le emissioni di gas serra, già al 2030 il riscaldamento potrebbe superare 1,5 gradi, l’obiettivo più ambizioso dell’Accordo di Parigi. Ma le emissioni, invece di ridursi, continuano ad aumentare. Tutti gli studi rivelano un aumento della produzione globale di CO2 nel 2018, per il secondo anno consecutivo. La riduzione delle emissioni da parte della Ue e del Giappone è vanificata dall’aumento in Usa, Cina e India, provocato dalla domanda energetica di economie in crescita. Ma se da una parte la situazione si aggrava, dall’altra parte nasce una speranza.

E’ quella dei milioni di ragazzi di tutto il mondo che il 15 marzo hanno partecipato allo sciopero scolastico per il clima, indetto dall’attivista sedicenne svedese Greta Thunberg. Una mobilitazione che fa sperare nella nascita di una coscienza climatica nelle nuove generazioni. Quelle che un giorno saranno classe dirigente, ma che già oggi possono influenzare i governanti.

Ecco gli spegnimenti principali: A Milano si spegne il castello Sforzesco, con iniziative organizzate da WWF Young, a Roma il Colosseo, la Basilica e il colonnato di San Pietro; a Napoli si spegneranno le luci del Maschio angioino, di Castel dell ’ Ovo e del Municipio, a Torino la Mole Antonelliana, a Verona l’Arena, a Bari si spegneranno i 197 lampioni storici del lungomare , a Reggio Calabria il santuario della Collina degli Angeli, a Venezia le luci principali di Piazza San Marco, a Palermo il teatro Massimo, a Isernia la Fontana Fraterna.  E ancora: A Modena luci spente per il Palazzo comunale e Piazza grande, a Como il Duomo, l’Arena del Teatro e la Torre del Baradello, mentre all’Isola del Giglio si spengono le luci dell’Antico Borgo di giglio Castello. Luci spente anche a Pistoia (Piazza del Duomo), Parma (residenza municipale e palazzo del governatore), a Padova (Municipio), mentre ad Avezzano si spegne l’illuminazione esterna del castello, a Lecce la porta san Biagio, a Forlì piazza Saffi. Anche a Bracciano (Roma) si spengono le luci del Castello Orsini-Odescalchi.

Due spegnimenti particolari in Umbria e Piemonte: a Terni sarà interessato l’obelisco  “ Lancio di luce ”  dello scultore Arnaldo Pomodoro, mentre a Varallo Sesia, in provincia di Vercelli, il Comune spegne il Complesso Monumentale del Sacro Monte, Patrimonio Unesco. Qui una mappa degli eventi italiani


Altre Notizie