Gaetano Pini-CTO, “In gioco per la pediatria”, i piccoli malati insieme agli alunni del NABA

Si va dal cannocchiale per le storie della buona notte per i bambini immobilizzati a letto, la scatola delle lettere per comunicare con i pazienti delle varie stanze, il gioco da tavola per inventare ricette fino al gioco di costruzione con scimmiette di legno.

Sono questi i migliori giocattoli realizzati dagli studenti del Triennio in Design di NABA (Nuova Accademia di Belle Arti di Milano)per i bambini dell’area pediatrica dell’ASST Gaetano Pini-CTO, nell’ambito del progetto “In gioco per la pediatria”. Il progetto fa parte del corso avanzato di Product Design del Triennio, tenuto dal prof. Alessandro Garlandini, tra ottobre 2018 e febbraio 2019, durante il quale gli studenti hanno progettato dei giocattoli pensati proprio per la ludoteca dell’area pediatrica del Presidio Pini.

“Gli studenti –spiega Garlandini- hanno intrapreso un percorso di co-progettazione dei giochi con i bambini, i ragazzi e i genitori in pediatria che sono stati intervistati più volte per comprendere meglio le loro esigenze in un momento critico come quello del ricovero”. Non solo bambini e famiglie, poiché anche il personale ospedaliero è stato coinvolto per comprendere di più la vita in reparto, così i progetti ideati e realizzati sono diventati dei giocattoli che oggi sono stati presentati al personale dell’ASST Gaetano Pini-CTO e che hanno superato l’esame più importante: donare un momento di svago ai piccoli pazienti.

“Abbiamo sostenuto questo progetto – ha precisato il dott. Francesco Laurelli, Direttore Generale dell’ASST Gaetano Pini-CTO – perché è molto importante per i nostri piccoli pazienti, più che per gli adulti, avere degli strumenti di svago per trascorrere al meglio il periodo di cure. Affrontare con maggiore serenità il ricovero, infatti, diminuisce i tempi di degenza. Questi giochi, pensati appositamente per i piccoli pazienti, aiutano a rendere meno traumatico il periodo trascorso nella nostra struttura”.



Altre Notizie