Razzismo, maglietta venduta su Zalando scatena polemiche

Errore di comunicazione? Una maglietta messa in vendita da Zalando mostra la mano di una persona di colore che emerge dall’acqua. Secondo i sui critici che hanno segnalato la cosa all’account ufficiale di Zalando, l’immagine che ha scioccato gli spettatori, si riferisce alla questione dei migranti che è al centro del dibattito, che ha finito di mettere il rivenditore on line al centro di aspre critiche.

I tweet non mancano di sottolineare il “cattivo gusto” di questa maglietta. E, come riportato diversi commenti sui siti internet che hanno riportato la notizia, altri hanno sfruttato questa immagine per scopi ideologici. L’immagine lascia infatti intendere che rappresenti un uomo che sta annegando. Inoltre, il modello scelto per indossare la t-shirt è proprio un ragazzo con la pelle scura.

Prodotta dalla marca danese Wood Wood, costa 60 euro. Ma è soprattutto la descrizione dell’articolo a lasciare a bocca aperta: “This t-shirt celebrates the simple joys of the natural world”. (“Questa t-shirt celebra le semplici gioie del mondo naturale“).

Accuse respinte da Zalando, che ha immediatamente fatto dietrofront. «Abbiamo tolto la maglietta dalla nostra piattaforma. Ci scusiamo per qualsiasi interpretazione involontariamente dolorosa». Il caso, assicurano, sarà esaminato più da vicino prendendo contatto direttamente con il produttore. Il marchio di moda, dal canto suo, prende le distanze dalle accuse: «Siamo sensibili alla tragica situazione dei migranti e l’immagine presente sulla maglietta non ha nulla a che vedere con l’attuale crisi. Al contrario, la t-shirt può essere interpretata come un giudizio sul riscaldamento globale e sull’aumento del livello del mare», si legge in una nota.



Altre Notizie