Carabiniere ucciso in una sparatoria nel Foggiano

Un carabiniere in servizio presso la stazione di Cagnano Varano, in provincia di Foggia, è rimasto ucciso durante un conflitto a fuoco. La vittima è Vincenzo Di Gennaro, un maresciallo di 46 anni.

Un altro militare, di 23 anni, è rimasto ferito ad un fianco e ad un braccio ed è stato trasportato in ospedale: non sarebbe in gravi condizioni. A sparare sarebbe stato un 67enne che avrebbe precedenti penali. La tragedia è avvenuta nella piazza principale del paese di 7.000 abitanti nel Parco Nazionale del Gargano.

Secondo quello che si sa al momento, i carabinieri sarebbero stati chiamati per una lite in famiglia. La pattuglia però non avrebbe avuto il tempo di intervenire. Il 67enne, che pochi giorni fa sarebbe stato sottoposto a una perquisizione per droga, per motivi ancora da chiarire, avrebbe sparato verso l’abitacolo dell’auto dei militari e poi avrebbe tentato la fuga. L’uomo è stato però bloccato e arrestato dopo la sparatoria. Successivamente è stato portato in caserma per l’interrogatorio. Sarebbe stata recuperata e sequestrata l’arma utilizzata durante la sparatoria.

“Era una bravissima persona” – “Brava persona, bravissima persona”. Ecco come viene descritto il maresciallo dei carabinieri Di Gennaro. “Era una persona rispettata da tutti in paese”, dicono i tanti cittadini ancora increduli per l’accaduto. “Lo conoscevo bene perché veniva spesso ad acquistare nella mia ferramenta materiale elettrico per la caserma”, ha raccontato il signor Giuseppe che ha un’attività commerciale a poche decine di metri dal luogo della tragedia. “Conosciamo bene anche il fermato – ha aggiunto – in paese è chiamato ‘chiacchiared’ perché lui e la sua famiglia avevano la chiacchiera facile”.


Altre Notizie