Emauela Orlandi, per la prima volta il Vaticano apre un’indagine interna

L’avvocato della famiglia Orlandi, Laura Sgrò, ha confermato che la Segreteria di Stato vaticana e la gendarmeria hanno autorizzato per la prima volta indagini sulla scomparsa di Emanuela Orlandi. In passato, ha spiegato, “le indagini erano state delegate alle autorità italiane”.

“Nei mesi scorsi abbiamo incontrato, io e in alcune occasioni anche il mio avvocato Laura Sgrò, il segretario di Stato, Pietro Parolin, con il quale abbiamo parlato del caso di Emanuela e abbiamo presentato le nostre richieste”. Lo afferma Pietro Orlandi, fratello di Emanuela, interpellato sugli ultimi sviluppi della vicenda. “Dopo 35 anni di mancata collaborazione – aggiunge – l’avvio di un’indagine è una svolta importante”.

Secondo alcune ricostruzioni da anni diverse persone depongono dei fiori presso quella stessa tomba, perché si dice che vi sia seppellita Emanuela.



Altre Notizie