La casa va in fiamme e si salva sdraiandosi sul cornicione

L’incendio al terzo piano di via Niso 20, al quartiere Appio Latino, è scoppiato poco prima delle 19, partito quasi certamente dalla cucina del piccolo appartamento. Il padrone di casa era nell’altra stanza: ancora pochi secondi di ritardo e sarebbe stato spacciato.

La rapidità con cui si sono propagate le fiamme, alimentate dai mobili che si sono accesi come un enorme mazzo di fiammiferi, è stata impressionante: l’intera casa bruciata, colonne di fuoco e fumo proiettate verso l’esterno attraverso le finestre e, per lui, una sola possibilità: improvvisarsi acrobate, senza chiudere gli occhi nonostante il terrore, e uscire dalla finestra rimasta agibile per cercare scampo all’aperto, stendendosi lungo il cornicione.

Appiattito contro il muro, lungo una superfice stretta non più di 30 centimetri. Tremante, seminudo. Con una voragine di dieci metri sotto di lui e il rischio di perdere l’equilibrio, volare e sfracellarsi.



Altre Notizie