Maltempo, in arrivo freddo e neve sui monti nel weekend

In arrivo una nuova perturbazione atlantica che raggiungerà l’Italia tra le giornate di mercoledì e giovedì, riportando piogge e nevicate”. Lo prevede  Andrea Vuolo, meteorologo di 3bmeteo.com.

La neve a maggio non è una novità e non è neppure un evento eccezionale. Secondo quanto sostiene il Colonnello Mario Giuliacci, sono state già 12 le annate in cui questo fenomeno è avvenuto. Sono da ritenersi eccezionali, però, le nevicate sotto i mille metri. Tra le ultime nevicate che si ricordino sotto queste altitudini c’è stata quella del 7 maggio 1957, quando la maggior parte delle regioni Centro-meridionali furono ricoperte di bianco fino ai 400 metri, mentre nel 1963 nevicò persino in pianura al Nord.

Le prime piogge secondo il sito sono attese mercoledì mattina a partire dalle regioni di Nord-Ovest, con neve sopra i 1.700-1.900 metri. Dal pomeriggio le precipitazioni si estenderanno a gran parte del Nord. Nuvolosità in deciso aumento al Centro, in particolare tra Emilia Romagna e Toscana, con prime deboli piogge entro sera. Complessivamente soleggiato e mite al Sud e sulle regioni centrali adriatiche.

Nella notte su giovedì, piogge diffuse al Nord, ma anche tra Toscana, Umbria e alte Marche. Quota della neve in graduale calo sulle Alpi fin verso i 1.300-1.500 metri sui settori centro-occidentali.

Giovedì il fronte perturbato si sposterà verso Est, determinando piogge nella prima parte della giornata su Triveneto, Emilia centro-orientale, Toscana, Umbria e Marche, nonché locale instabilità su zone interne dell’Abruzzo e del Lazio. Variabilità al Sud e sulle Isole.

“Venerdì giornata stabile e soleggiata su tutta la Penisola .- conclude Vuolo -, ma secondo gli ultimi aggiornamenti dei modelli fisico-matematici sembrerebbe possibile l’arrivo di un nuovo fronte di aria fredda in concomitanza del weekend”.



Altre Notizie