METEO, in arrivo irruzione fredda dal Nord Europ: Ecco quanto durerà

Un vortice di bassa pressione vaga per il Mediterraneo centrale in avvio di settimana e determina maltempo su gran parte d’Italia.
Contemporaneamente dal Nord Europa si prepara ad entrare in azione un’irruzione di aria fredda ed instabile che già nel corso di martedì andrà ad agganciare e rialimentare la stessa zona di bassa pressione compromettendo il tempo suole nostre regioni anche nei giorni successivi, almeno fino alla metà della settimana.

Martedì. La perturbazione responsabile del maltempo di lunedì si sposterà verso i Balcani e il maltempo sull’Italia subirà una certa attenuazione, pur lasciando in eredità una spiccata variabilità. Al mattino si dovranno fare ancora i conti con residui piovaschi al Nordest e in Emilia, mentre ampie schiarite interesseranno Nordovest e Sardegna. Addensamenti irregolari sul resto d’Italia con qualche pioggia su dorsale centrale e regioni del basso Tirreno.

Dal pomeriggio il fronte in discesa dal Nord Europa valicherà le Alpi e provocherà l’intensificazione dell’instabilità con rovesci e temporali che dalle Alpi si spingeranno verso la Pianura Padana, specie occidentale, con sconfinamenti serali alle coste sia liguri che adriatiche.

Instabilità in aumento anche al Centro con piogge e temporali sulle zone appenniniche in sconfinamento alle coste adriatiche.
Un po’ di instabilità interesserà anche il Sud, ma si tratterà di fenomeni limitati prevalentemente alle aree tirreniche peninsulari e a quelle interne, in attenuazione in serata.

Mercoledì. Il fronte provenuto dal Nord Europa si estenderà verso sud determinando un calo delle temperature a partire dal Nord, ma anche un miglioramento al Nordovest. Tempo ancora instabile al Nordest ed Emilia con piogge, rovesci e il ritorno della neve sulle Alpi dai 1600m.
Coinvolte inoltre le regioni centrali con rovesci e temporali soprattutto sulla fascia tirrenica interna, oltre che sull’Umbria, in sconfinamento alle Marche. Fiocchi di neve in arrivo sull’Appennino fin verso i 1600/1700m.
Altrove è attesa qualche pioggia sul basso versante tirrenico, ma in attenuazione in giornata, mentre sulle restanti regioni prevarranno condizioni un po’ più soleggiate ed asciutte.

Giovedì una certa instabilità si attarderà sulle regioni centro-meridionali, mentre al Nord il tempo andrà verso un più apprezzabile miglioramento grazie al rinforzo di un campo di alta pressione in espansione dall’Europa occidentale. Poi miglioramento in estensione anche al Centro, mentre permarrà una residua instabilità al Sud per la presenza di una saccatura di bassa pressione in lento spostamento verso i Balcani.

Fonte 3BMeteo



Altre Notizie