Curcuma ed epatite: richiamato l’integratore alimentare Movart Scharper

Dopo l’allerta di alcuni prodotti segnalati qualche giorno fa, l’Istituto Superiore di Sanità ha segnalato un altro integratore alimentare a base di curcuma perché associato a casi di epatite acuta colestatica.

I prodotti a base di curcuma che sono stati interessati dal richiamo dal mercato sono già molti, l’ultimo dei quali sarebbe l’integratore alimentare a base di curcuma fitosoma ed echinacea Movart (Scharper S.p.A., Farmaceutici Procemsa spa Nichelino). In particolar modo, il prodotto interessato è venduto in scatole da 30 compresse (39 grammi), ed il suo numero di lotto è M70349; la data di scadenza è 08/2019.

Cosa fare se ne hai una confezione in casa
La regione Toscana, nella quale si sono verificati 4 casi su 10 di epatite, nell’attesa che le autorità facciano chiarezza, ha consigliato di interrompere l’assunzione di qualsiasi integratore a base di curcuma. Questo perché, essendo gli integratori segnalati prodotti da aziende differenti, il sospetto è che questi possano essere stati prodotti con una stessa materia prima contaminata. Se hai acquistato uno di questi integratori, sospendi quindi al momento il consumo di questi prodotti. Le autorità sanitarie stanno effettuando verifiche per capire qual è la causa responsabile di questi casi di epatite.



Altre Notizie