Facebook, altolà delle autorità economiche, su Libra serve esame

Da social network a banca con una propria moneta: Schiaffo a Libra. Il Financial Stability Board, che monitora il sistema finanziario mondiale, e l’inglese Financial Conduct Authority avvertono: non consentiranno alla criptovaluta di essere lanciata senza prima un esame molto attento.

In una lettera inviata al G20, il presidente dell’Fsb e vice presidente della Fed Randal Quarles ha messo in guardia sui rischi legati a un uso diffuso delle valute digitali. “Anche se al momento i criptoasset non rappresentano un rischio per la stabilità finanziaria”, un uso diffuso di “nuovi tipi di criptoasset per i pagamenti merita un attento esame da parte delle autorità per assicurare siano soggette a elevati standard di regolamentazione”, ha spiegato Qualrles, precisando che l’Fsb “monitorerà i rischi da vicino e in coordinamento con altre autorità”.

Gli ha fatto eco il numero uno della Fca britannica, Andrew Bailey. “Dobbiamo impegnarci a livello nazionale e internazionale con Facebook e Libra. Non procederanno senza autorizzazione” ha detto, secondo quanto riportato dal Financial Times. Le parole di Bailey sono in linea con quello del governatore della Bank of England, Mark Carney, e con quelle dell’Ue, secondo la quale la concentrazione di dati personali e finanziari di Facebook richiede molta attenzione.


Altre Notizie