Madre gli toglie pc, 19enne si lancia dal quinto piano

Un 19enne si è buttato dal quinto piano della sua abitazione, a Torino, ed è ora ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale Cto di Torino. Lo riferisce il Corriere della Sera, sulle pagine del dorso torinese.

Dietro al gesto, secondo il quotidiano, ci sarebbe il tentativo della madre di togliere al giovane la tastiera del computer, di fronte al quale sembra trascorresse tutto il giorno perché affetto da sindrome di Hikikomori, che letteralmente significa stare in disparte, isolarsi.

Il 19enne è ricoverato con prognosi riservata, ha politraumi multipli: faccia, cranio, vertebre. “Meno male che non l’ho visto cadere – ha dichiarato una vicina – Erano le 15.30 e ho sentito piangere una bambina. Ero a letto, non mi sono voluta alzare. Poi dopo un po’ il pianto non smetteva e ho pensato: ma chi è che non fa smettere sta bimba? Ho capito dopo che era la madre, quando l’ho vista rannicchiata, piccolina. Non riusciva a smettere. E meno male che non ho visto il volo, perché ho sentito il tonfo, fortissimo. Cinque minuti prima ero affacciata alla finestra. Aveva alzato le mani sulle madre già di mattina, sempre per il computer. E oggi pomeriggio di nuovo. Era sempre al pc, dal mattino alla sera. Infatti io non l’ho mai visto in vita via. La prima volta è stato oggi. Quando sono scesa giù e il corpo era per terra”.

“Non stava bene la mamma, era depressa e aveva bisogno di cure, ma non penso che le avesse – ha spiegato un’altra vicina –  È così come lei era il figlio. Io non lo so se a 19 anni si può morire così. Anche io ho un figlio di 23 anni e ci litigo sempre. Se ci penso mi viene da piangere”.



Altre Notizie