Maxi truffa telefonica, trasferisce 3,6 milioni a una falsa poliziotta

Una anziana donna del canton Zurigo è rimasta vittima di una maxi truffa telefonica ed ha trasferito nel giro di cinque mesi 3,6 milioni di franchi sui conti di una falsa poliziotta e dei suoi complici.

Tutto è iniziato lo scorso mese di novembre, quando la donna ha ricevuto la chiamata di una sconosciuta che sosteneva di essere una agente di polizia, scrivono oggi in una nota congiunta la polizia cantonale e il Ministero pubblico zurighesi.

La falsa poliziotta le ha fatto credere che dei malintenzionati volevano impossessarsi dei suoi risparmi. Per mesi la vittima del raggiro ha ricevuto almeno una telefonata al giorno da parte della sconosciuta che la invitava a mettere in salvo i suoi averi, trasferendoli su altri conti, ma di non raccontare nulla a nessuno.

Gli autori del raggiro – si legge nella nota della polizia – sono riusciti col tempo a costruire in modo subdolo un rapporto di empatia con la loro vittima e ad esercitare su di lei una pressione psicologica.



Altre Notizie