Rinnovabili, Eu: via a 5,4 mld, serviranno per rispettare gli obiettivi sul clima

Via libera dalla Commissione europea al piano di aiuti, del valore complessivo di 5,4 miliardi, messo a punto dall’Italia per agevolare l’utilizzo delle fonti rinnovabili per la produzione di energia elettrica.

Il semaforo verde arrivato oggi da Bruxelles riguarda il piano con cui l’Italia fino al 2021, come spiega la Commissione in una nota, introduce incentivi per sostenere la produzione di energia elettrica da settori come l’eolico, il fotovoltaico, l’idroelettrico e il biogas. Queste azioni contribuiranno al raggiungimento degli obiettivi che l’Italia si è data in materia di utilizzo di fonti rinnovabili.

Il piano, ha commentato la commissaria alla concorrenza Margrethe Vestager, “è in linea con gli obiettivi Ue per l’ambiente e le regole europee sugli aiuti di Stato”.

La Commissione ha ritenuto che le misure previste dal piano siano compatibili con le regole Ue sulla concorrenza e gli aiuti di Stato, in particolare – ricorda Bruxelles – con le linee guida approvate nel 2014 proprio sulla protezione dell’ambiente e la produzione di energia.

Secondo l’analisi condotta da Bruxelles, gli interventi pubblici previsti sono “proporzionati e limitati allo stretto necessario” per coprire il differenziale esistente tra i prezzi di mercato e i costi di produzione dell’energia elettrica da fonti rinnovabili. E quindi non comportano una indebita distorsione della concorrenza oltre a contribuire al raggiungimento degli obiettivi che l’Ue si è data per combattere i cambiamenti climatici.

Condividi questo articolo: