Fondi Lega-Russia, indaga la Procura di Milano: ipotesi corruzione internazionale

Il procedimento fa seguito alle inchieste giornalistiche del settimanale L’Espresso e del sito BuzzFeed. “Qualcuno millanta e getta discredito su Salvini”, è il commento di Giancarlo Giorgetti

La Procura di Milano ha aperto un’indagine sui presunti fondi russi che avrebbe ricevuto la Lega dopo quanto riportato ieri da Buzzfeed e dall’Espresso. L’inchiesta è affidata al procuratore aggiunto Fabio De Pasquale e ai pm Sergio Spadaro e Gaetano Ruta e ha già un’ipotesi di reato. Da quanto si apprende, in procura sono già state sentite alcune persone.

“Io da Mosca ho sempre portato a casa solo Matrioske, Masha e orso per mia figlia, chiunque dice il contrario mente”, il commento di Matteo Salvini nel corso di una diretta Facebook, riferendosi alle accuse. “Siamo scomodi, è evidente, siamo indagati e intercettati e processati non solo in Italia”, ha aggiunto il vicepremier.

E sul caso intervengono anche fonti M5S: “Cosa ne pensiamo? Siamo preoccupati per questa storia, l’apertura dell’inchiesta è una cosa da non sottovalutare. Chiediamo trasparenza”.

“Su questo governo – rimarcano le stesse fonti – non ci deve essere nessuna ombra. Il Movimento non ha mai preso nessun finanziamento e mai lo prenderà. Noi rispondiamo solo ai cittadini”.



Altre Notizie