Islanda, morte 60 balene pilota

Oltre sessanta balene pilota sono state ritrovate spiaggiate sulla penisola di Snaefellsnes, in Islanda. A segnalare la loro presenza sono stati dei turisti americani che avevano sorvolato l’area in elicottero. “Volavamo verso nord e quando abbiamo sorvolato la spiaggia le abbiamo viste” hanno raccontato alla Bbc. “Abbiamo fatto più giri sopra quella zona per capire se si trattasse di balene, foche o delfini. Alla fine siamo atterrati e abbiamo contato circa 60 esemplari, ma crediamo ce ne fossero di più perché c’erano altre pinne che spuntavano dalla sabbia”.

Balene spiaggiate, l’opinione degli esperti: Edda Elisabet Magnusdottir, biologa marina, ritiene che il gruppo potrebbe aver seguito, per tale ragione, i primi cetacei che si sono spiaggiati e in questo modo tutti i 66 esemplari sono morti sulla spiaggia. Le prime balene potrebbero essere finite a riva a causa delle intense correnti dell’area che rendono molto difficoltoso ritornare in mare aperto.

Sulla vicenda è intervenuto anche un esperto dell’Istituto islandese di storia naturale, Robert Arnar Stefansson, il quale ha spiegato che non è un caso raro che le balene pilota vadano ad arenarsi, in questo periodo dell’anno, sulle spiagge. Ma che trovarne così tante tutte insieme è sicuramente inconsueto.

Altre Notizie