Kyoto: strage nello studio di animazione manga: 24 morti

Almeno 24 persone sono morte e decine di altre sono state ricoverate in ospedale dopo essere rimaste intossicate o ustionate nell’incendio di presunta origine dolosa in un importante studio di anime di Kyoto, in Giappone, secondo quanto hanno reso noto i pompieri intervenuti per spegnere le fiamme, citati dalla Bbc.

Ma il bilancio delle vittime potrebbe continuare a salire, con molte persone ricoverate o disperse. La polizia ha ritrovato alcuni coltelli e fermato un 41enne che avrebbe confessato di aver sparso benzina negli uffici. L’uomo era caduto, ferito, dopo aver cercato di fuggire. L’incendio è scoppiato intorno alle 10:30 (ora locale) nell’edificio di tre piani in cui ha sede lo studio ‘KyoAni’ fondato nel 1981 in cui sono stati prodotti programmi seguitissimi come ‘K-On’.

Una fonte della polizia locale ha riferito che quando le squadre di emergenza sono entrate nell’edificio hanno trovato i corpi di dieci persone riverse a terra. I soccorritori hanno allestito una tenda fuori dall’edificio per fornire assistenza ed accogliere le persone presenti al momento dell’incendio, una settantina in tutto. Nelle immagini del rogo trasmesse dalla tv Nhk si vedono fiamme uscire da una delle finestre e fumo da altre, mentre i vigili del fuoco cercano di domare l’incendio. Decine i mezzi dei pompieri accorsi. La telefonata è arrivata ai vigili del fuoco, quando a Kyoto era il primo pomeriggio: “Dicevano di aver sentito una violenta esplosione provenire dal primo piano della Kyoto Animation e che vedevano fumo”, ha riferito un portavoce.



Altre Notizie