La Luna festeggia l’Apollo 11 con un’eclissi parziale

Anche la volta celeste si prepara a celebrare l’Apollo 11: lo farà questa sera, 16 luglio, a 50 anni esatti dal lancio della missione, con un’eclissi parziale di Luna ben visibile anche dall’Italia. L’evento sarà accompagnato dalle ‘notti dei pianeti giganti’, che il 12 e 13 luglio porteranno tutti gli appassionati con il naso all’insù per osservare Giove e Saturno. A ricordarlo, insieme agli altri appuntamenti celesti di luglio, sono gli esperti dell’Unione astrofili italiani (Uai).

Lo spettacolo della Luna piena che si tuffa nel cono d’ombra proiettato dalla Terra è ben visibile da tutta Italia. “A differenza di un’eclissi totale, la Luna s’immerge solo parzialmente nell’ombra della Terra”, spiega all’ANSA l’astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope Project. “Il fenomeno è comodamente visibile a occhio nudo, ma binocoli e telescopi aiutano a cogliere meglio i dettagli e l’evoluzione dell’eclissi”, sottolinea Masi.

Tanti gli appuntamenti organizzati in tutta Italia, che si intrecciano con le celebrazioni dei 50 anni dello storico sbarco sulla Luna degli astronauti della missione Apollo 11, che proprio il 16 luglio di mezzo secolo fa partivano a bordo del potente razzo Saturno V dal Kennedy Space Center di Cape Canaveral, in Florida.

Per Masi, “l’eclissi di oggi è una vera festa alla Luna, ricordando una delle più grandi imprese dell’uomo. Per ammirare un’altra eclissi lunare dall’Italia – conclude l’astrofisico – dovremo aspettare fino al 16 maggio 2022, quando avremo un’eclissi più spettacolare di quella di stasera, perché sarà totale”.



Altre Notizie