Orso M49: Lav, senza radiocollare non è riconoscibile

Dopo il tentativo di cattura, a M49 è stato inspiegabilmente tolto il radiocollare che ne consentiva l’identificazione, è quindi senza radiomarcaggio, ma la Provincia di Trento ritiene di averlo individuato, almeno fino a ieri mattina, attraverso le foto-trappole. Come faranno, allora, a distinguere lui dagli altri orsi?”, si chiede la Lega anti vivisezione (Lav) in una nota.

La stessa Provincia, tuttavia, appena qualche mese fa, nel suo “Rapporto tecnico, spiega la Lav, sulle situazioni problematiche determinate dall’orso denominato M49”, affermava che l’orso “non presentava segni distintivi certi prima del radiomarcaggio”: lo abbiamo, fatto notare, diffondendo la pagina del Rapporto del Servizio Foreste e Fauna del Presidente Fugatti.

L’orso M49, quindi, senza il radiocollare  che gli è stato tolto dai funzionari al momento dello cattura tre notti fa, non presenta segni distintivi certi, come confermato dal report della Provincia che è alla base dell’ordinanza di cattura del 1 luglio.

Visto che non tutti gli orsi in Provincia di Trento sono radiocollarati è ragionevole pensare che sia altissima la probabilità che si catturi, o addirittura si uccida, sprofondando nella violazione del Codice penale, un altro orso diverso da M49…

Un errore annunciato, che finirebbe col moltiplicare le vittime e la violenza esercitata su animali tutti innocenti, conclude la Lav.



Altre Notizie